31 maggio 2016

Pagamento Tasi 2016 con Bollettino in Posta, con F24 o Online dal Sito di Poste Italiane

Ecco una guida al pagamento della Tasi 2016 in Posta e con F24 aggiornata per la seconda rata a saldo del 16 dicembre (in realtà non è cambiato nulla rispetto alla prima rata di acconto del 16 giugno) dove prendiamo in esame sia i bollettini prestampati inviati dal Comune relativo all'immobile che la compilazione completa se preferite farlo da soli con i codici tributo resi noti dall'Agenzia delle Entrate per pagare la Tasi con F24 oppure online dal sito di Poste Italiane. La Tasi compone, insieme a Tari e IMU, l'insieme di imposte da versare per i servizi indivisibili offerti dal Comune dove è sito l'immobile.

La Tasi è stata abolita per le prime case (ovvero le case adibite ad abitazione principale) tranne nel caso di immobili di lusso o signorili nelle categorie catastali A1, A8, A9, rimane invece da pagare la Tasi sulle seconde case e sugli immobili dati in affitto ad uso abitativo, ma in questo caso l'inquilino non deve più pagare una quota (tranne nel caso di immobili di lusso o signorili); ci sono inoltre sconti sulla Tasi per le case in affitto a canone concordato e per le case in comodato d'uso a parenti stretti. Per tutti i dettagli leggete le guide:

Compilazione F24 per Imu e Tasi, codici tributo

Ecco le istruzioni per compilare la sezione IMU e altri tributi locali del modello F24:
  • nella casella codice ente/codice comune, indicate il codice catastale del Comune dove è sito l'immobile, se non lo conoscete basta consultare la pagina internet dell'Agenzia delle Entrate
  • se il pagamento è riferito all'acconto bisogna barrare la casella "Acc", se è invece a titolo di Saldo (seconda rata) barrate l'apposito casella; andranno spuntate entrambe qualora si decide di versare la Tasi in due rate
  • se il versamento è a titolo di ravvedimento si barra la casella "Ravv."
  • nella casella Anno di riferimento, si scrive l'anno d'imposta cui è riferito il pagamento; in presenza di ravvedimento si indica l'anno d'imposta per il quale il pagamento è dovuto
  • infine è obbligatorio scrivere il numero di conto corrente 1017381649, valido per tutti i Comuni d'Italia
Di seguito indichiamo tutti i codici tributo riferiti alla Tasi, inclusi quelli riferiti all'immobile destinato ad abitazione principale o in locazione:
  • 3958 - TASI abitazione principale e eventuali pertinenze, art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.
  • 3959 - TASI fabbricati rurali ad uso strumentale, art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.
  • 3960 - TASI aree fabbricabili, art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.
  • 3961 - TASI per altri fabbricati, art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.
  • 3962 - TASI interessi (utilizzabile solo a seguito di attività di controllo)
  • 3963 - TASI sanzioni (utilizzabile solo a seguito di attività di controllo)
Per altri cambiamenti introdotti quest'anno: Tasse sulla Casa e Sgravi Fiscali: Novità Legge di Stabilità 2016

Pagamento Tasi col bollettino 

Pagare la Tasi in banca con F24 oppure in posta con bollettino o onlineI Comuni dovrebbero inviare il bollettino precompilato per il versamento della Tasi 2016 ai destinatari, ma non tutte le città adempiono a questo dovere: diventa quindi necessario compilarlo da soli. Qualora vi arrivi, la Tasi va comunque calcolata e in seguito si può procedere al pagamento: vediamo le istruzioni per la compilazione, che sono praticamente le stesse per il bollettino che trovate in Posta.

Sul bollettino inviato dal Comune compaiono la dicitura Pagamento Tasi e il numero di conto corrente valido per tutti i Comuni (1017381649), gli altri dati vanno compilati a cura del contribuente e devono essere identici per le due sezioni che compongono il bollettino. Per prima cosa bisogna scrivere i propri dati anagrafici, codice fiscale e data di nascita, e indicare il codice del Comune nel quale si trova l'immobile. In seguito vanno indicati il numero degli immobili, la tipologia ovvero abitazione principale, area fabbricabile, immobile rurale, altri fabbricati, l'importo totale delle stesse categorie di immobili, le detrazioni eventualmente spettanti per la Tasi prima casa e bisogna barrare le apposite caselle "Acc" o "Saldo" se si decide di pagare in un'unica rata o se si versa la prima rata di acconto. Poi si va in Posta e si effettua il pagamento.
Nella pagina Tasse sulla Casa, Detrazioni Affitto e Mutuo, Bollette Luce e Gas, Ristrutturazione Edilizia e Acquisto Arredi trovate tutte le indicazioni che vi servono su Imu e Tasi 2016

Pagamento Tasi on line sul sito di Poste Italiane

Come annunciato dalla Gazzetta Ufficiale i contribuenti possono versare la Tasi negli uffici postali col bollettino di cui sopra, oppure con il servizio telematico messo a disposizione da Poste Italiane. Per pagare la Tasi 2016 online sul sito di Poste Italiane bisogna utilizzare una carta Postepay, una carta di credito MasterCard o Visa, o possedere un Conto BancoPosta. Utilizzando questo servizio si riceve una conferma di avvenuta operazione con le modalità previste dalle Poste, un'immagine del bollettino compilato identico all'originale oppure una conferma in formato testo che contiene i dati identificativi sia del bollettino che del bollo virtuale di accettazione: queste immagini sostituiscono interamente il cartaceo, provano l'avvenuto pagamento e contengono la data di esecuzione dell'operazione, quindi salvateli e stampateli.

Nessun commento: