Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

Modello 730 2015 Precompilato: 12 Domande sulla Dichiarazione dei Redditi

martedì 14 aprile 2015 Aggiornato il:

La circolare interpretativa del modello 730 precompilato è stata pubblicata sul sito dell'Agenzia delle Entrate e di conseguenza i datori di lavoro hanno a disposizione poco tempo in quanto entro il 9 Marzo dovranno presentare la certificazione unica (l'ex Cud) dopo aver consultato le relative istruzioni (115 pagine per 297 campi da compilare). Soffermiamoci sulla nuova dichiarazione dei redditi precompilata che da quest'anno verrà consegnata a 20 milioni di contribuenti entro il 15 Aprile: ecco alcune domande poste frequentemente sul nuovo modello 730 precompilato.
Leggete anche Modello 730 Precompilato: Guida e Istruzioni per una preparazione completa sulla prossima dichiarazione dei redditi.
Come si ha la nuova dichiarazione precompilata? Il modello 730/2015 precompilato si scarica direttamente dal sito dell'Agenzia delle Entrate.

Come si accede al sito dell'Agenzia delle Entrate per scaricare il modello 730 precompilato? Bisogna richiedere all'Agenzia delle Entrate il Pin per i servizi online: per averlo bisogna compilare un apposito modulo presente sul sito dell'Agenzia.

In quale altro modo si può accedere alla dichiarazione precompilata? Oltre al servizio online dell'Agenzia delle Entrate i contribuenti hanno a disposizione un'altra possibilità: è sufficiente consegnare una delega al sostituto di imposta o all'intermediario (Caf o professionista abilitato) per vedere il proprio modello 730 precompilato.

Cosa fare coi redditi che non possono essere dichiarati con il 730 ma si riceve lo stesso la dichiarazione dei redditi precompilata? In questo caso non bisogna presentare il modello 730 precompilato, bensì il Modello Unico.

Entro quando bisogna trasmettere il modello 730 precompilato all'Agenzia delle Entrate? La dichiarazione precompilata va presentata entro il 7 luglio 2015.

Nel modello 730/2015 le spese sanitarie sono già inserite? No, le spese relative alle prestazioni sanitarie verranno inserite nel modello 730 precompilato dal 2016, quindi quest'anno dovrete fare voi per le detrazioni fiscali spese medico-sanitarie come anche le detrazioni fiscali per spese di scuola e università.

Come si inseriscono i contributi previdenziali, i premi assicurativi e gli interessi passivi dei mutui nel modello 730/2015? I dati che consentono di ottenere le detrazioni fiscali verranno trasmessi entro il 2 marzo 2015 all'Agenzia delle Entrate da banche, assicurazioni ed enti previdenziali. Se volete controllare quanto sarà riportato:  Calcolo e istruzioni detrazioni per il mutuo - Detrazioni assicurazioni vita e infortuni - Tassazione investimenti e rendite finanziarie - Tassazione conto corrente - Tassazione fondi pensione - Irpef in caso di TFR in busta paga.

Come si completano i dati in possesso dell'Agenzia delle Entrate? Se le Entrate dovessero riscontrare incongruenze o insufficienze dei dati in loro possesso questi saranno inseriti in un prospetto di accompagnamento per consentire al contribuente di verificarli ed eventualmente indicarli nella dichiarazione precompilata.
In caso di modifiche o comunque di integrazioni: Controlli dell'Agenzia delle Entrate sulla Dichiarazione dei Redditi Precompilata.

Se il contribuente ha un credito di imposta dalla precedente dichiarazione questo viene inserito automaticamente nel modello 730/2015? Nella dichiarazione precompilata gli importi da rimborsare al contribuente sono indicati in quanto i dati sono già in possesso dell'Agenzia delle Entrate.
La dichiarazione dei redditi 2015: faq sulla compilazione

Bisogna inserire i contributi versati alle colf nella dichiarazione dei redditi precompilata? No, i dati che consentono di ottenere le agevolazioni fiscali sono già presenti in Anagrafe tributaria e quindi si trovano i relativi campi già compilati nel modello 730 precompilato.
Qui la guida aggiornata: Lavoro domestico: nuovo contratto badanti, colf, babysitter.

Sul modello 730/2015 verrà effettuato il controllo preventivo se si superano i 4.000 euro a rimborso Irpef in presenza di detrazioni per carichi di famiglia e eccedenze derivanti da precedenti dichiarazioni? No, a patto che si accetti la dichiarazione dei redditi precompilata senza integrare o modificare i dati.

Cosa succede se i risultati del modello precompilato non sono corretti ma vengono inviati comunque all'Agenzia delle Entrate da un intermediario? Il Caf o il professionista abilitato sono tenuti ad apporre il visto di conformità e se inviano dati errati alle Entrate dovranno pagare una somma pari all’imposta dovuta, della sanzione pari al 30% per visto di conformità infedele e degli interessi.

Articoli più letti negli ultimi 30 giorni