24 febbraio 2016

Detrazioni Fiscali per Familiari a Carico nel Modello 730 per la Dichiarazione dei Redditi

Anche quest'anno si può presentare il modello 730 precompilato per la dichiarazione dei redditi nel quale si possono inserire come sempre le detrazioni fiscali per familiari a carico: rientrano nei carichi di famiglia il coniuge, i figli e altri familiari. La dichiarazione precompilata verrà messa a disposizione del contribuente da parte del Fisco a partire dal 15 aprile 2016 e potranno accedervi i titolari di redditi di lavoro dipendente e assimilati previa autenticazione con il Pin dell'Agenzia delle Entrate. In questo articolo scopriamo quali sono i requisiti per fruire delle detrazioni Irpef per familiari a carico, chi sono i membri della famiglia considerati a carico e a quanto ammontano gli sgravi fiscali. Specifichiamo subito che sono considerati familiari a carico i componenti del nucleo familiare che non hanno superato i 2.840,51€ di reddito lordo nell'anno 2015: non si ottiene lo sconto fiscale se tale soglia di reddito è superata, ad esempio, anche in un solo giorno di lavoro.
Novità: dal 28 aprile al 31 maggio 2016 i dipendenti / pensionati pubblici e loro parenti possono dare domanda per il bonus INPS Long Term Care, un aiuto economico per le spese di ricovero di lungo periodo.

Detrazioni per familiari a carico, quali sono i redditi non esenti?

Per essere considerati familiari a carico ed usufruire delle detrazioni fiscali non bisogna superare il limite di reddito pari a 2840,51€ e oltre ai redditi da lavoro dipendente o da pensione bisogna sommare eventuali redditi derivanti da:
  • reddito d’impresa o di lavoro autonomo
  • redditi di lavoro dipendente svolto nelle zone di frontiera ed in altri Paesi limitrofi in via continuativa e come oggetto esclusivo del rapporto lavorativo da soggetti residenti nel territorio dello Stato
  • retribuzioni corrisposte da Enti e Organismi Internazionali, Missioni, Rappresentanze diplomatiche e consolari, Santa Sede, Enti gestiti direttamente da essa ed Enti Centrali della Chiesa Cattolica
  • reddito degli immobili assoggettati alla cedolare secca sulle locazioni
  • redditi da lavoro autonomo assoggettati a regimi speciali quali il regime di vantaggio per i lavoratori in mobilità e i giovani (ovvero il regime dei minimi) o quelli destinati alle nuove attività produttive o imprenditoriali

Quali sono i familiari che si possono considerare a carico?

Si può godere degli sgravi fiscali in dichiarazione dei redditi per i carichi di famiglia per le seguenti categorie di familiari:
  • coniuge non legalmente ed effettivamente separato
  • figli siano essi affidati, affiliati o adottivi: non esistono limiti di età, non rientrano mai nella categoria altri familiari e la detrazione fiscale spetta anche se sono o meno dediti agli studi o al tirocinio gratuito
  • discendenti dei figli
  • genitori (anche adottivi)
  • nuore e generi
  • suoceri
  • fratelli e sorelle (compresi quelli unilaterali ovvero che hanno un solo genitore in comune)
  • nonni e nonne

A quanto ammontano le detrazioni fiscali per familiari a carico?

Dichiarazione dei redditi precompilata: le detrazioni per familiari a caricoGli sgravi fiscali spettano o meno a seconda del reddito del contribuente, ecco a quanto ammontano:
detrazione fiscale per coniuge a carico:
  • 800,00 euro se il reddito complessivo è al di sotto dei 15.000 euro;
  • 690,00 euro se il reddito complessivo supera i 15.000 euro ma è inferiore ai 40.000 euro;
  • 690,00 euro se il reddito complessivo supera i 40.000,00 euro è inferiore agli 80.000 euro.
La detrazione per chi ha da 15.000 a 40.000 euro è aumentata di un importo che va dai 10 ai 30 euro a seconda se il reddito è compreso fra i 29.000 e i 35.200 euro.
NB: si possono portare in detrazione fiscale per il 19% delle spese sostenute i costi per il riscatto della laurea, se pagati per qualcuno che si ha a carico; se invece di pagano per se stessi, sono deducibili (sempre al 19%).
Le detrazioni fiscali per figli a carico ammontano a 950 euro per ogni figlio, con le seguenti eccezioni:
  • 1.220,00 euro per ciascun figlio con meno di tre anni;
  • 1.350,00 euro per ogni figlio disabile di età superiore a tre anni;
  • 1.620,00 euro per ogni figlio disabile di età inferiore a tre anni.
Se i figli a carico sono più di tre, l'importo delle detrazioni fiscali aumenta di 200 euro.

Per ogni altro familiare a carico la detrazione fiscale ammonta a 750,00 euro.