Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

Affitto Breve: Come Funziona, Convenienza, Utili Consigli

mercoledì 25 marzo 2015 Aggiornato il:

Come funziona l'affitto breve? È conveniente? È necessario aprire partita Iva? Utili Consigli - La formula dell'affitto breve si sta diffondendo in quanto permette di affittare una stanza o la propria casa a chi vuole viaggiare e desidera spendere meno. Gli affitti brevi permettono all'affittuario di risparmiare e a chi affitta di guadagnare, ma il locatore deve fare attenzione al Fisco in quanto è necessario pagare le tasse affittando regolarmente la stanza. In questo periodo di crisi l'affitto breve è un vantaggio al quale sempre più famiglie desiderano ricorrere, infatti la possibilità di viaggiare a prezzi più contenuti è allettante, e dall'altra parte chi ha una stanza libera oppure una casa che utilizza poco o che non desidera affittare a lungo termine, può sfruttare questa formula. Ma è semplice gestire l'affitto breve? Come funziona e quali sono gli obblighi per chi affitta? Cosa deve fare chi vuole viaggiare e risparmiare? A cosa bisogna fare attenzione quando si desidera utilizzare l'affitto breve?
Novità Legge di Stabilità 2016: Sconto su Tasi e Imu per Affitto a Canone Concordato

Affitto breve, gli obblighi per chi affitta casa o una stanza

Sul web si trovano molti siti che si occupano della gestione dell'affitto breve, queste compagnie web offrono un servizio importante in quanto non è semplice gestire tutto da soli. Chi utilizza la formula degli affitti brevi deve sapere che potrebbe essere necessario spendere una somma iniziale per mettere a norma la propria abitazione e sarà inoltre obbligato ad investire un notevole lasso di tempo: il locatore deve essere presente all'arrivo del locatario e al momento della partenza, nonché pronto a fornire consigli e indicazioni all'ospite.
È necessario regolarizzare la propria posizione con il Fisco, indicando in dichiarazione dei redditi, modello 730 precompilato o Unico, le somme ricevute per il canone di affitto e non c'è obbligo di registrazione del contratto di affitto. Questo vale solo per gli affitti brevi i quali non devono durare più di 30 giorni all'anno in totale: non è possibile affittare la propria casa o una stanza alla stessa persona per un lasso di tempo superiore a 30 giorni nel corso dell'anno. Qualora si desideri affittare allo stesso locatario per un periodo superiore ai 30 giorni è necessario ricorrere ad altre formule.
Alle persone fisiche non è richiesta l'apertura di Partita Iva per poter utilizzare la formula dell'affitto breve.

Leggi anche
Bonus Fiscale per chi Compra una Casa da Mettere in Affitto Affitto Con Riscatto: Novità Decreto Sblocca Italia sul Rent to Buy
Contributo Affitto, Aiuti per Sfratto e Sostegni alle Famiglie in Difficoltà Detrazione Affitto Casa (inquilini, studenti, lavoratori in trasferta)

Affitti brevi, a cosa deve fare attenzione chi prende in affitto una casa o una stanza

L'affitto breve consente di risparmiare, ma è necessario prestare attenzione ad eventuali truffe o mancanze, ed evitare di incorrere in sanzioni. Si consiglia di utilizzare i servizi online messi a disposizione dalla compagnie web che gestiscono gli affitti brevi, di non escludere la possibilità di alloggiare in bed&breakfast o Hotel, di richiedere sempre il contratto di affitto (non c'è obbligo di registrazione ma ovviamente deve essere regolarmente stipulato), di informarsi dettagliatamente sulla casa affittata e di verificare che tutti i servizi elencati dal proprietario siano utilizzabili, di leggere con attenzione l'annuncio senza trascurare nessun aspetto al momento della prenotazione, di tutelarsi pagando il canone di affitto attraverso il sito tramite il quale si è effettuata la prenotazione, di prendere in considerazione la possibilità di stipulare un'assicurazione di viaggio (può alzare leggermente il costo, ma è più sicuro e mette al riparo da eventuali sgradite sorprese). Utilizzando un sito web che offre questa formula si può capire subito se chi ospita è affidabile o meno grazie alle recensioni dei precedenti inquilini.

Utili consigli per affittare casa con la formula dell'affitto breve

Convenienza e funzionamento dell'affitto breve: ecco come fareIl nostro consiglio è di affidarsi ai servizi online offerti dalle società che gestiscono l'affitto breve, in quanto è possibile ricevere recensioni da parte degli ex-inquilini, le quali permettono di affittare nuovamente la casa o la stanza con un canone di affitto maggiore rispetto a quello iniziale: inizialmente si consiglia di chiedere un prezzo inferiore paragonato ai prezzi presenti sul sito. In alternativa è possibile gestire l'affitto breve in autonomia o rivolgendosi ad un'agenzia.
È importante essere onesti ovvero è necessario presentare la casa senza omettere nulla, è possibile stipulare un'assicurazione, si possono verificare le recensioni e i profili dei potenziali inquilini, è bene consegnare la casa ordinata e pulita, spiegare con precisione le regole dell'abitazione, eventualmente richiedere una cauzione, fare una lista dei servizi offerti assicurandosi che siano utilizzabili, stipulare un contratto, procurarsi brochure di musei o mappe turistiche per agevolare l'inquilino, redigere le istruzioni della casa, lasciare a disposizione kit di primo soccorso o di emergenza.
Infine si consiglia di rivolgersi ad un commercialista o ad altro profilo professionale equiparato per conoscere nel dettaglio gli obblighi di legge previsti dalla regione.
Importante! Qualora si desidera aprire un bed&breakfast bisogna tenere presente che la normativa da rispettare è molto diversa.

Articoli più letti negli ultimi 30 giorni