6 maggio 2015

Errore 730 Precompilato: l'Agenzia delle Entrate lo Ammette

Cosa fare in seguito all'ammissione dell'Agenzia delle Entrate in merito ad un errore presente nel 730/2015? Di cosa si tratta? - Da quest'anno milioni di contribuenti sono già costretti a pagare un prezzo più alto per il 730 precompilato ed ora si viene a sapere che esiste un errore nella dichiarazione dei redditi precompilata: è stato ammesso dall'Agenzia delle Entrate stessa l'errore che riguarda le detrazioni fiscali. Vediamo chi sono i contribuenti colpiti e cosa devono fare per non rischiare di inviare un modello 730 errato evitando così di incorrere in sanzioni fiscali.

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito web nella sezione info&assistenza un comunicato nel quale si specifica che "l’esito del 730 (debito o credito) non tiene conto delle detrazioni previste per i redditi di lavoro dipendente o di pensione". In contemporanea il Fisco ha pubblicato le istruzioni che i contribuenti dovranno seguire per integrare le detrazioni fiscali spettanti e per sistemare l'errata liquidazione del 730 precompilato proposta automaticamente dal sistema.
AGGIORNAMENTO 2 LUGLIOla scadenza per l'invio del modello 730 è stata prorogata
Nel 730 precompilato c'è un errore: ecco cosa ha comunicato l'Agenzia delle Entrate
L'Agenzia delle Entrate avverte i contribuenti spiegando che quando ricevono un messaggio di errore durante la compilazione della dichiarazione dei redditi riguardante il mancato inserimento dei giorni di lavoro dipendente o di pensione, devono procedere con le dovute integrazioni del Rigo C5 colonna 1 (giorni di lavoro) o colonna 2 (giorni di pensione) per evitare di trasmettere un modello 730/2015 errato.
Qui la raccolta completa di guide e istruzioni per la dichiarazione dei redditi (Modello 730 e Unico, detrazioni e deduzioni, tasse sulla casa ecc...)
Questo errore riguardante le detrazioni Irpef non toccherà tutti i contribuenti, sono infatti vittime di questa falla della dichiarazione dei redditi precompilata coloro i quali hanno più Certificazioni Uniche trasmesse da parte di vari sostituti di imposta: in questo caso il software che gestisce la dichiarazione precompilata non inserisce i giorni di pensione o di lavoro. Di conseguenza le detrazioni fiscali spettanti per lavoro dipendente o pensione vengono azzerate. In sintesi l'errore colpirà chi ha avuto più rapporti di lavoro durante l'anno 2014 e anche chi è andato in pensione l'anno scorso in quanto avrà una Certificazione Unica rilasciata dal datore di lavoro e un'altra CU emessa dall'Inps o da altro ente previdenziale.

Nessun commento: