Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

Surroga del Mutuo, Conviene il Tasso Fisso o Variabile?

martedì 9 giugno 2015 Aggiornato il:

L'attuale convenienza dei mutui surroga è al massimo possibile ed i tassi stanno per risalire, almeno l'Eurirs per i mutui a tasso fisso, quindi chi avesse intenzione di sostituire il mutuo per risparmiare sulla rata ha ora un'occasione quasi imperdibile. Come già abbiamo scritto nell'aggiornamento sull'andamento dei tassi dei mutui e le previsioni sugli interessi, l'Euribor -il parametro per i mutui a tasso variabile- è addirittura in zona sotto zero da mesi mentre l'Eurirs, seppur molto conveniente, è più volatile e le prospettive sono per una leggera risalita. Tuttavia gli attuali mutui per surroga sono e resteranno ancora per un po' decisamente convenienti: prendendo un mutuo da 100mila euro in 20 o 30 anni, secondo le stime di Corriere Economia su dati di mutuionline.it, permutando il mutuo con uno degli attuali finanziamenti si riduce la rata tra 106 e 204 euro, in base alla durata, al tasso fisso o variabile del mutuo surroga, all'anno di accensione del mutuo originale.

Le due tabelle qui sotto riportano quanto potrebbe risparmiare chi trasferisse ora il proprio mutuo ad un'altra banca: come detto il calcolo è stato effettuato per mutui da 100mila euro ma ipotizzando il mutuo di partenza a rata costante, in quanto per i mutui a tasso variabile la convenienza della surroga dipende molto dallo spread bancario, che fino al 2011 era per questi finanziamenti più basso. Eccovi i numeri, più sotto le considerazioni ed i consigli.

Surroga di un mutuo da 100.000€ di durata 20 anni, durata del 
nuovo mutuo uguale a quella residua dell'originario.
Anno avvio
mutuo
Rata
attuale
Risparmio con
surroga tasso fisso
Risparmio con
surroga t. variabile
2005 1049 euro 120 euro 149 euro
2006 989 122 165
2007 940 134 179
2008 912 158 204
2009 924 114 162
2010 766 111 150
2011 744 108 156
2012 749 143 191
2013 705 126 174
2014 661 106 155

Surroga di un mutuo da 100.000€ di durata 30 anni, durata del 
nuovo mutuo uguale a quella residua dell'originario.
Anno avvio
mutuo
Rata
attuale
Risparmio con
surroga tasso fisso
Risparmio con
surroga t. variabile
2005677 euro154 euro199 euro
2006676156211
2007654151207
2008660173229
2009580107164
2010554113159
2011556109167
2012586150208
2013568142201
2014532107175

A chi conviene la surroga del mutuo?

Come si nota dai numeri ma come ben sapranno i mutuatari, i risparmi maggiori sono per chi surroga un mutuo acceso nel 2008, l'anno d'inizio della crisi, quando i migliori mutui sia a tasso variabile che a tasso fisso toccarono interessi anche oltre il 5.50%-6%.

Conviene surrogare il mutuo ma un po' meno anche a chi l'abbia acceso nel 2014: domandando un mutuo permuta a tasso fisso risparmierebbe poco più di 100 euro al mese, tra 155 e 175 con un mutuo permuta a tasso variabile (ribadiamo che i calcoli sono fatti con mutui da 100mila euro e durata 20/30 anni, con un comparatore mutui potete valutare esattamente e senza costi la vostra situazione in meno di un minuto).

Allungare o ridurre la durata residua del mutuo con la surroga: effetti sulla rata

Come saprete c'è differenza tra surroga e sostituzione del mutuo perchè con la seconda si domanda un'aggiunta di liquidità, quindi si hanno nuove spese accessorie per perizia e istruttoria e il debito residuo aumenta. Con la surroga però, pur restando uguale quanto da pagare ancora, è possibile in certi casi allungare il piano di ammortamento così che la rata si riduca ulteriormente, oltre a quello che già farebbe grazie ai tassi d'interesse più bassi del nuovo finanziamento. E' possibile anche accorciare la durata dell'ammortamento: la rata ovviamente aumenta, ma essendoci la riduzione dovuta ai tassi più bassi c'è una compensazione, se fate bene i vostri conti la rata non dovrebbe cambiare di molto.

Prendiamo ad esempio un mutuo acceso nel 2010 con durata iniziale di 20 anni: senza cambiare la durata, la surroga a tasso fisso fa scendere la rata da 766 a 655 euro, a 616 euro se a tasso variabile. Volendo mantenere la rata più o meno allo stesso importo ma riducendo la durata del rimborso, conviene un mutuo surroga a tasso fisso di durata 13 anni (contro i 15 che ancora rimarrebbero), col tasso variabile ci sarebbero troppe incertezze dato il lungo periodo.
Invece, volendo ridurre la rata di molto, allungando il rimborso di 5 anni si avrebbe una rata da 523 euro surrogando con un mutuo a tasso fisso, una rata da 478 euro surrogando a tasso variabile (ovviamente il calcolo è con gli attuali valori dell'Euribor, che comunque nel corso di 20 anni non dà alcuna certezza di stabilità).

Il boom delle surroghe sta comunque per finire, il numero di chi è/era potenzialmente interessato è comunque ridotto, tuttavia le banche ancora per un po' proporranno buone opportunità di mutui per surroga con spread bancari ridotti perchè sanno che la concorrenza è ora elevata: approfittatene finchè siete in tempo e finché i tassi sono convenienti.

Nessun commento:

Articoli più letti negli ultimi 30 giorni