3 agosto 2015

Bollette Luce e Gas: No all'IVA applicata sulle Accise, Rimborsi in Arrivo?

Sentenza storica emessa da un Giudice di Pace di Venezia che, con decreto ingiuntivo, ha dichiarato illegittima la doppia tassa applicata sulle bollette del gas e dell'energia elettrica: l'IVA non deve essere conteggiata anche sulle accise e i consumatori devono ricevere un rimborso per quanto versato in più. Tutto nasce da un ricorso vinto da un consumatore veneziano il quale aveva fatto ricorso contro Enel per discutere l'applicazione dell'IVA sulla bolletta luce e gas applicata anche alle accise.

Il consumatore veneziano ha ricevuto un rimborso di circa 100€ dall'Enel, ma la cosiddetta tassa sulla tassa viene versata al Fisco, di conseguenza lo Stato dovrà a sua volta restituire tale importo all'azienda. Il Giudice di Pace ha deliberato la sentenza basandosi sul principio stabilito dalla Cassazione a sezioni unite, nella sentenza 3671/97, con il quale si è decretato che, salvo deroga esplicita, una tassa non può essere mai la base imponibile per un'altra.

Enel non si è opposta e il decreto ingiuntivo è passato in giudicato: l'IVA applicata alle accise sulle bollette luce e gas è infatti stabilita da un legge dello Stato e non dal gestore del mercato libero dell'energia elettrica e del gas naturale.


Potrebbero seguire molti ricorsi da parte dei consumatori ovvero da parte dei clienti domestici che devono pagare questa doppia tassa (diversamente i titolari di Partita Iva possono scaricare l'IVA pagata), grazie ai quali si potrebbe essere rimborsati di parte della spesa per la bolletta luce e gas, in media tra i 50 e i 75 euro. Se tutti i 21 milioni di utenti domestici facessero ricorso e tutti i ricorsi dovessero essere accolti, lo Stato subirebbe una perdita di circa 2 miliardi di euro.

Bollette luce e gas: la sentenza del Giudice di Pace di VeneziaL'associazione di categoria Federconsumatori si sta attivando tramite la propria Consulta giuridica per fare in modo che i consumatori possano essere rimborsati di quanto pagato in più, e grazie a questa sentenza, l'azione di Federconsumatori avrà ancora più forza e l'intento finale è di cancellare definitivamente l'IVA applicata alle accise sulle bollette luce e gas. Comunque ogni cittadino ha il diritto di fare ricorso singolarmente e, in base alla recente sentenza del Giudice di Pace veneziano, può ottenere il rimborso per il pagamento dell'odiosa doppia tassa.

I consumatori potrebbero ottenere rimborsi complessivi elevati se potessero ricorrere alla class action, ma deve ancora essere approvato il testo definitivo da parte del Senato, grazie al quale la possibilità di un'azione di classe verrebbe estesa dal codice dei consumatori al codice di procedura civile.

Nessun commento: