27 agosto 2015

Garanzie per Mutui a Giovani e Precari, Requisiti e Tassi d'Interesse

Come trovare il miglior mutuo casa? Quali condizioni e garanzie servono per un mutuo? Ci sono mutui agevolati per giovani e precari? Domande lecite e attuali, visto che come segnala l'ABI nei primi sette mesi del 2015 l'ammontare delle erogazioni di mutui casa è cresciuto dell'82% rispetto allo stesso periodo del 2014, da 14.6 a 26.6 miliardi di euro, dato migliore dal 2011. Certo, a farla da padrona sono le richieste di mutui surroga per cambiare un precedente mutuo e bisogna specificare che sono saliti gli importi elevati, ovvero sono aumentati i "ricchi" che chiedono un mutuo per "case di lusso", ma in ogni caso il dato tendenziale è nel complesso positivo. Da segnalare soprattutto che 1) i tassi d'interesse dei mutui sono ai minimi storici con Euribor, tasso BCE e Eurirs davvero bassi e spread bancari molto competitivi, dato che spiega la grande richiesta di mutui surroga, cresciuti del 50% in un anno, e le previsioni sui tassi dei mutui indicano che si muoveranno ben poco 2) i mutui a tasso fisso hanno superato i mutui a tasso variabile nelle richieste, il 60% a luglio 2015 quando erano al 20% lo stesso mese del 2014: data l'attuale convenienza, è effettivamente meglio spendere qualcosina in più rispetto al variabile ma avere la certezza di non rischiare in futuro. Vediamo dunque alcune indicazioni e consigli per giovani, precari e famiglie che vorrebbero un mutuo acquisto casa (per un mutuo surroga è più facile visto che lo si chiede per migliorare un finanziamento già concesso).

Il 40% dei mutuatari che hanno chiesto un mutuo nel secondo semestre 2014 erano under 35, mentre la media nazionale era a 38 anni e mezzo. La durata media di un mutuo è di 24 anni e 6 mesi, più del 70% dei finanziamenti hanno un piano di ammortamento tra 21 e 30 anni: dunque un impegno finanziario non da poco e che giovani e precari devono valutare bene. Nella guida Come Scegliere il Tasso di Interesse per il Mutuo Acquisto Casa trovate indicazioni generali su tale aspetto, passiamo ora a specificare sui mutui per giovani e precari.

Requisiti per chiedere un mutuo

La sicurezza economica è al primo posto, banalmente. Infatti tra gli attuali titolari di un mutuo casa l'86.8% soddisfa tale condizione secondo i criteri di valutazione delle banche, mentre solo il 7% ha un contratto di lavoro flessibile a tempo determinato oppure è autonomo: più precisamente l'83.5% ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato, il 3.3% è un pensionato. Le banche affermano che si può tranquillamente avere un mutuo col contratto di lavoro a tutele crescenti, ma solo il tempo potrà darne prova visto che si tratta della nuova forma per le assunzioni, implementata dal governo Renzi col Jobs Act del 2015.
IMPORTANTE: informatevi se potete accedere al Fondo Garanzia Mutui Agevolati Prima Casa 2015, di natura statale, in quanto è una buona agevolazione per giovani e precari che vorrebbero un mutuo acquisto casa.

Conviene il mutuo a tasso fisso o a tasso variabile?

Con gli attuali livelli degli indici Euribor ed Eurirs non c'è alcun dubbio, è più conveniente un mutuo a tasso fisso che a tasso variabile. O meglio: si paga qualcosina in più adesso ma non molto dati i bassi tassi d'interesse, quindi la sicurezza della rata che non cambia nel tempo non costa molto.
Infatti i mutui a tasso fisso sono in forte crescita e offrono condizioni molto buone (il fisso di Intesa San Paolo al 2,45% e quello di Unicredit al 2,50% sono i primi due in classifica con rate da 527€ e 530€, seguiti da Hello Bank al 2,65% e 537€ di rata, Banca Sella al 2,60% e rata di 535€) e anche Roberto Anedda di mutuionline.it li consiglia: ad esempio per un impiegato di 35 anni che domanda un mutuo casa da 100mila euro rimborsabile un 20 anni, il tasso fisso alle attuali condizioni può essere considerata la soluzione migliore.

migliori mutui casa per giovani, tassi d'interesse
Qui invece il confronto tra i migliori mutui sul mercato italiano, sia per acquisto che per surroga, aggiornato mensilmente.

Mutui per precari e garanzie, requisiti

Avere un mutuo casa da precari: difficile ma non impossibile. Le cose potrebbero cambiare col nuovo contratto di lavoro a tutele crescenti, ma in ogni caso le banche, quando si trovano davanti un potenziale mutuatario senza un reddito fisso, considerano comunque
  • ulteriori garanzie oltre all'ipoteca immobiliare (ad esempio fidejussioni oppure un parente che fa da garante)
  • il luogo di lavoro
  • perchè il contratto di lavoro non è fisso
  • inquadramento professionale
  • stipendio
Tra le banche con mutui per i precari segnaliamo Iw Bank, Banca Dinamica, Ing Direct, BPM-Popolare Milano, nelle recensioni Mutui Giovani in Promozioni da Intesa Sanpaolo, Unicredit e BNL  e  Mutui Agevolati, l'Offerta di Cariparma per Giovani Under 35 potete verificare le condizioni appositamente studiate per giovani e precari, tra cui ad esempio una polizza assicurativa e/o l'adesione al Fondo di Garanzia Mutui Prima Casa istituito dal governo.

Nessun commento: