4 novembre 2015

Permesso di Costruire: per Quali Lavori Richiederlo, Quando e da Chi Deve Essere Richiesto

Permesso di costruire per ristrutturazione edilizia o nuova costruzione: quando e come richiedere i moduli CIL, CILA e SCIA - Quando si devono realizzare interventi edilizi di una certa importanza o quando si deve costruire un nuovo immobile serve il permesso di costruire, un titolo abilitativo che viene rilasciato dal Comune: scopriamo quando deve essere richiesto, quali documenti devono essere presentati e quando presentarli.
Leggi anche: Detrazioni Fiscali per Stufe e Termocamini: Ecobonus per Installazione Generatori a BiomasseCalcolo Detrazioni per Mutuo Costruzione o Ristrutturazione Casa e Limiti d'ImportoIVA Agevolata Ristrutturazione Edilizia e Ecobonus: Aliquota al 10% - Detrazioni Fiscali per Ristrutturazione Casa e Risparmio Energetico

Permesso di costruire, per quali lavori deve essere richiesto

È necessario richiedere il permesso di costruire qualora si debbano realizzare i seguenti interventi sull'immobile:
  • ristrutturazione edilizia che porti ad un immobile completamente o in parte diverso dal precedente e preveda un aumento delle unità immobiliari, modifiche alla sagoma, al volume, alle superfici o ai prospetti ovvero mutamenti alla destinazione d'uso
  • lavori di nuova costruzione
  • ristrutturazione urbanistica ovvero sostituzione dell'immobile con un altro diverso modificando il disegno dei lotti, isolati e rete stradale
Sono le Regioni a stabilire quali ristrutturazioni edilizie comportino il rilascio del permesso di costruire da parte del Comune.

Per semplificare gli obblighi burocratici, dal 2015 è stato introdotto il modulo SuperDia, una denuncia di inizio lavori alternativa al permesso di costruire: il modulo è entrato in vigore il 14 ottobre 2015 e deve essere approvato dalle singole Regioni anziché dal Comune di residenza.

Moduli CIL, CILA e SCIA: per quali lavori devono essere richiesti

Di seguito indichiamo per quali lavori devono essere richiesti al comune i moduli CIL, CILA e SCIA:
  • la CIL, ovvero la Comunicazione di inizio lavori, deve essere richiesta per interventi di manutenzione ordinaria ovvero per riparazioni, rinnovo e sostituzioni delle finiture di immobili e i lavori necessari per integrare o mantenere efficienti gli impianti esistenti
  • la CILA, ovvero la Comunicazione inizio lavori asseverata, è necessaria per gli interventi di manutenzione straordinaria ovvero lavori e modifiche indispensabili per modificare e sostituire parti anche strutturali dell'immobile, e inoltre per costruire e migliorare i servizi igenico-sanitari e tecnologici, a patto che non venga alterato il volume e la superficie di ogni singola unità immobiliare e non ne venga modificata la destinazione d'uso
  • la SCIA, ovvero la Segnalazione di inizio attività, deve essere richiesta per tutti i lavori di manutenzione straordinaria che non rientrano nella CILA e per gli interventi di ristrutturazione edilizia, risanamento conservativo e restauro. Negli interventi di ristrutturazione rientrano i lavori di ripristino o sostituzione di alcune parti dell'immobile, la modifica, la rimozione e l'inserimento di nuovi elementi e impianti. Anche i lavori di demolizione e ricostruzione dell'immobile rientrano nella ristrutturazione: l'immobile deve mantenere la stessa volumetria, ad esclusione delle modifiche necessarie per l'adeguamento alle norme antisismiche. Nei lavori di restauro e risanamento conservativo sono compresi il ripristino, consolidamento e rinnovo degli elementi costitutivi dell'immobile
La SCIA ha sostituito la Denuncia di inizio attività (Dia), ma è data facoltà ai singoli Comuni di richiedere la Dia in presenza di lavori per cambio della destinazione d'uso.

Permesso di costruire, cos'è, come funziona, a chi richiederloIl permesso di costruire deve essere richiesto dal proprietario dell'immobile o dal professionista che effettua i lavori: la richiesta del permesso di costruire va effettuata presso l'autorità comunale e ogni Comune decreta quali documenti devono essere ulteriormente allegati al permesso; generalmente si devono allegare elaborati progettuali, attestazione riguardante il titolo di legittimazione, dichiarazione del progettista nella quale viene confermato il rispetto delle vigenti normative.

Permesso di costruire, tempistiche per il rilascio

Il permesso di costruire deve essere richiesto al Comune il quale dovrà far partire l'istruttoria entro 60 giorni dalla presentazione e formulare la proposta sul provvedimento finale; in seguito il responsabile o il dirigente comunale che ha preso in carico il permesso deve adottare il provvedimento finale e rilasciare il permesso al richiedente entro 30 giorni. Se entro questo termine non viene adottato il provvedimento, si potrà procedere con i lavori per il principio di silenzio assenso.

Nessun commento: