3 febbraio 2016

Modello 730 2016: le Novità della Dichiarazione dei Redditi

Detrazioni e redditi nel nuovo modello 730 precompilato: ecco le principali novità della dichiarazione precompilata 2016 - L'Agenzia delle Entrate ha rilasciato la bozza del 730/2016 modello che è stato modificato sotto vari aspetti, a partire dal bonus Irpef di 80 euro, fino all'indicazione del codice identificativo dei contratti di affitto, dall'aumento delle detrazioni fiscali per le erogazioni liberali alle Onlus al nuovo quadro K per la comunicazione dell'amministratore di condominio relativa alle ristrutturazioni edilizie. Scopriamo i dettagli del nuovo modello precompilato per la dichiarazione dei redditi.

Ricordiamo che il modello 730/2016 è ancora in bozza quindi sarà passibile di modifiche da parte del Fisco, ma i cambiamenti non dovrebbero essere sostanziali in quando presto dovranno confluirvi i dati provenienti dai sostituti di imposta e quelli relativi alle spese per le quali il contribuente potrà usufruire delle detrazioni Irpef.
Per una guida sull'accesso al modello: Come accedere al 730 precompilato dai siti Inps e Agenzia delle Entrate

Modello 730 precompilato 2016: redditi di lavoro dipendente

Nella prossima dichiarazione precompilata entra in via definitiva il bonus Irpef  per i lavoratori dipendenti e ad alcune categorie assimilate i cui redditi annui non superano i 26.000€ lordi: fino a 24.000€ il bonus Irpef è di 80 euro al mese, tra 24 e 26.000€ decresce, oltre i 26.000€ nessun bonus, quindi il bonus Irpef spetta fino ad un massimo di 960 euro all'anno.

Altra novità riguardante il quadro C è l'eliminazione del rigo C4 nel quale andavano indicate le somme per l'incremento della produttività spettanti ai lavoratori dipendenti del settore privato: l'agevolazione non è stata estesa ai redditi prodotti nel 2015.

Dichiarazione precompilata 2016: redditi da fabbricati

Cambia la tassazione degli immobili, i redditi dominicale e agrario dei terreni indicati nel quadro B dovranno essere ulteriormente rivalutati del 30% anziché del 15% relativo all'anno di imposta 2014. Un'ulteriore rivalutazione del 10% dovrà essere applicata ai terreni agricoli o non coltivati di proprietà e condotti da imprenditori agricoli e coltivatori diretti.

Dovranno inoltre essere indicati i dati relativi ai contratti di affitto registrati tramite Contratti online, Locazioni web, Iris, Siria o con il nuovo modello RLI, inserendoli nell'apposito riquadro Codice identificativo del Contratto: il riquadro si trova nel quadro B sezione II.

730 precompilato: spese mediche nella dichiarazione dei redditi

Da quest'anno i contribuenti troveranno già inserite nel Modello 730 Precompilato le spese sostenute per le visite mediche, mentre per gli acquisti di medicinali effettuati presso le farmacie, queste non hanno conservato gran parte degli scontrini, di conseguenza non si possono più recuperare. Ad ogni modo i contribuenti troveranno già caricati i dati relativi agli acquisti di farmaci con ricetta medica effettuati con la tessera sanitaria. Qui l'elenco delle spese mediche che danno diritto a deduzioni e detrazioni fiscali con anche i documenti utili.

Inoltre è data facoltà ai contribuenti italiani di scegliere di cancellare le proprie spese mediche nel modello 730 precompilato: dal 10 febbraio al 9 marzo 2016 si può accedere direttamente all'apposita sezione del sito internet del Sistema Tessera Sanitaria ed eliminare le singole spese che non si vogliono conteggiare nella dichiarazione dei redditi. Qui come controllare e modificare i dati sulle spese sanitarie già inserite in automatico nel corso del 2015.

730 2016: detrazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie

Come sapete le detrazioni Irpef per le spese relative alla ristrutturazione edilizia, al bonus mobili, agli interventi di risparmio energetico sono state prorogate a tutto il 2015: trovate le guide complete sugli sgravi fiscali negli articoli Detrazioni Fiscali per Ristrutturazione Casa e Risparmio Energetico - Bonus Mobili: Come Funziona e Come Ottenere le Detrazioni Fiscali.

Modello 730 precompilato 2016: versamenti alle Onlus

Novità modello 730 precompilato 2016: modifiche agli oneri detraibili e ai redditiNella dichiarazione dei redditi di quest'anno non sono state sostanzialmente modificate le detrazioni, troviamo piuttosto delle modifiche alle spese detraibili riguardanti l'importo massimo delle donazioni alle Onlus la cui detrazione fiscale del 26% va ora calcolata su un massimo di 30.000 euro anziché 2.065€.

Si potranno portare in detrazione anche le spese per la frequenza di scuole dell'infanzia in misura non superiore ai 400 euro annui per figlio sui quali si recupererà il 19% dell'importo complessivo.

730 2016: credito di imposta del 65%

Nel quadro G del modello 730 precompilato 2016 è stato inserito il nuovo campo concernente il credito d'imposta al 65% delle erogazioni liberali in denaro versate in favore degli istituti del sistema nazionale di istruzione, ovvero è stato introdotto il cosiddetto school bonus.

Controlli su rimborsi superiori ai 4000 euro

Da quest'anno l'Agenzia delle Entrate non effettuerà controlli preventivi sui rimborsi IRPEF di importo superiore ai 4.000 euro in presenza di detrazioni per carichi di famiglia ed eccedenze derivanti da dichiarazioni dei redditi precedenti. Inoltre se il contribuente si rivolge ad un Caf o ad un professionista abilitato per la presentazione della dichiarazione precompilata, gli eventuali controlli documentali verranno svolti nei confronti degli intermediari che hanno apposto il visto di conformità sul modello 730 o Unico.

Altre novità riguardano il 2 per mille IRPEF, ovvero è possibile destinare il 2 per mille delle proprie tasse già versate al Fisco alle associazioni culturali da scegliere tra quelle inserite in un apposito database istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri; i dipendenti frontalieri ovvero è stato il limite oltre il quale il reddito dei lavoratori frontalieri contribuisce a costituire il reddito complessivo che ora è pari a 7.500 euro; per le spese funebri spetta il 19% fino al limite di 1.550 euro per ogni defunto, a prescindere dal vincolo di parentela.

Nessun commento: