11 gennaio 2016

Pensione di Invalidità Civile 2017: Importo e Limiti di Reddito, Compatibilità con altre Pensioni e col Lavoro

Gli invalidi civili con età tra 18 e 65 anni e 7 mesi hanno diritto alla pensione di invalidità civile, uno dei sostegni al reddito di carattere assistenziale disponibili in Italia e non dipendente da alcun requisito contributivo (a differenza della pensione di inabilità e dell'assegno ordinario di invalidità): i requisiti per la pensione di invalidità sono unicamente di carattere fisico, cioè una totale inabilità al lavoro, e di reddito. In questa guida vediamo dunque i limiti di reddito e gli importi 2017 per la pensione di invalidità, chi la può avere, la compatibilità con altri aiuti o pensioni, se si può lavorare prendendo la pensione di invalidità (sì, entro certi limiti) e altre indicazioni. Specifichiamo inoltre che ovviamente si tratta di una cosa ben diversa dalla pensione di vecchiaia anticipata per lavoratori invalidi.

Chi può domandare la pensione di invalidità civile

Secondo la Legge 118/1971 la pensione di invalidità può essere domandata dai cittadini italiani residenti in Italia (e da quelli stranieri, sempre residenti in Italia: cfr la sentenza 187/2010 Corte Cost.) che siano stati accertati totalmente inabili al lavoro da apposita commissione medica. Si tratta di una prestazione che viene erogata agli invalidi (inabili al lavoro) con età compresa tra 18 e 65 anni e 7 mesi (fino allo scorso anno erano 65 anni e 3 mesi, ma l'adeguamento all'aspettativa di vita implica uno spostamento in avanti, esattamente come per l'età per andare in pensione): quando il titolare del trattamento supera tale limite di età, la pensione d'invalidità diventa assegno sociale INPS (l'ex pensione sociale). Col riconoscimento d'invalidità al 100% l'importo della pensione di invalidità civile 2017 è pari a 279.47€ al mese e viene erogata per 13 mensilità; non dà diritto alla quattordicesima mensilità INPS.

Dato che il decreto del 17 novembre 2016 ha fissato il valore definitivo del tasso di inflazione a 0%, l'importo 2017 resta uguale, come anche il limite di reddito indicato più sotto.

Ogni anno si deve fare la rivedibilità, a tal proposito segnaliamo: Pensione Invalidità Civile e Visita di Revisione, Novità e Semplificazioni.

Limite di reddito per la pensione d'invalidità

Innanzitutto va precisato che, dopo anni di incertezza e di diverse interpretazioni tra INPS e giurisprudenza, il decreto legge 76/2013 stabilisce che
il limite di reddito per il diritto alla pensione di inabilita' in favore dei mutilati ed invalidi civili deve essere determinato con riferimento al reddito agli effetti dell'Irpef con esclusione del reddito percepito da altri componenti del nucleo familiare di cui soggetto interessato fa parte. Tale disposizione è stata ritenuta applicabile anche alle domande amministrative presentate prima della data di entrata in vigore della suddetta modifica, il 28 giugno 2013, ed a tutte le domande giudiziarie non ancora definite.
Per il 2017 il limite di reddito annuo è pari a 16.532,10€. Anche per la pensione d'invalidità c'è l'integrazione al minimo INPS, seppur con regole un po' diverse rispetto alla pensione da lavoro.

Compatibilità della pensione d'invalidità civile con altre pensioni e sostegni al reddito
  • la pensione d'invalidità civile è compatibile con la pensione di inabilità, con l'assegno ordinario di invalidità, con l'indennità di accompagnamento; viene inoltre erogata anche se l'avente diritto è ricoverato in un istituto pubblico che provvede al suo sostentamento (art. 12 legge 412/1991 e art 14-septies legge 33/1980)
  • la pensione d'invalidità civile NON è compatibile con la pensione per cecità civile e sordomutismo, a meno che la pensione d'invalidità civile sia dovuta per causa di guerra o infortunio sul lavoro o servizio

Come fare domanda per la pensione d'invalidità civile

requisiti invalidità civile, come fare domanda per la pensioneLa domanda di pensione di invalidità civile, cecità, sordomutismo, accompagnamento ed handicap, può essere fatta solamente via internet: prima si va da un medico certificatore, che può essere quello curante, dal quale si ottiene copia del certificato di infermità che lo stesso invia all'Inps online.
Quando si ha il certificato, si hanno 30 giorni di tempo per chiedere la visita all'ASL, che si chiede quando si fa domanda di invalidità all'Inps, sempre in via telematica:
  • si può presentare la richiesta in autonomia, dopo aver ottenuto il pin dispositivo INPS per operazioni online
  • ci si può far affiancare nella presentazione della domanda on line da enti come associazioni di categoria, patronati sindacali, CAAF, altre organizzazioni associative
Si compila il modulo con i propri dati ed il numero che trovate sul certificato datovi dal medico; potete quindi scegliere la data per la visita alla ASL o accettare quella che vi viene proposta, ma in ogni caso questa che è una prima visita si deve fissare
  • 30 giorni dalla data di presentazione della domanda per l’effettuazione delle visite ordinarie
  • 15 giorni dalla data di presentazione della domanda in caso di patologia oncologica ai sensi dell’art. 6 Legge 80/06 o per le patologia ricomprese nel decreto 2 agosto 2007
Quindi muovetevi per tempo.


Pensione di invalidità e lavoro

Come detto sopra si può lavorare e prendere la pensione di invalidità civile, come stabilisce la circolare 5/1988 del Ministero del Lavoro: è si vero che è necessaria una totale inabilità al lavoro per prendere questo sussidio, ma non si esclude che "possono permanere in capo all'invalido effettive capacità residue lavorative, che possono essere anche consistenti relativamente ad attività in cui la minorazione incide in misura modesta". Ovviamente però da tale attività lavorativa non può derivare un reddito superiore a quello limite per ricevere la pensione d'invalidità.

Nessun commento: