4 febbraio 2016

Agevolazioni Fiscali Immobili 2016: le Novità Introdotte dalla Legge di Stabilità

Tasse sulla casa e agevolazioni fiscali immobili: novità 2016 - Con la Legge di Stabilità 2016 sono state introdotte agevolazioni sul possesso o detenzione di immobili: Tasi al 50% sul comodato d'uso a parenti di primo grado, è stata abolita la Tasi sull'abitazione principale, riduzione del 25% delle tasse sulla casa per case in affitto a canone concordato. Cambiano le tasse sugli immobili e l'applicazione delle agevolazioni fiscali sulle case, ecco quali sono le novità in vigore a partire da quest'anno. In questo articolo riassumiamo brevemente le novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2016, per approfondimenti seguite i link in rosso negli articoli e la sezione Casa del sito.

Abolita la Tasi sulla prima casa

Le case destinate ad abitazione principale da quest'anno non sono più soggette all'applicazione della Tasi, sia per chi vive in un immobile di proprietà, sia per chi vive in affitto o in comodato d'uso. Resta inteso però che per le case in affitto o in comodato d'uso il proprietario continua a pagare in quanto per lui ovviamente non è "prima casa".
Se l'immobile è classificato come signorile, di lusso, e quindi nelle categorie catastali A1, A8, A9, si paga la Tasi anche se abitazione principale (proprietario e inquilini: insomma in questi casi non è cambiato nulla). Dalla pagina Tasse sulla Casa, Detrazioni Affitto e Mutuo, Bollette Luce e Gas, Ristrutturazione Edilizia e Acquisto Arredi potete accedere alle guide aggiornate per il calcolo di Tasi e Imu 2016 (ricordiamo che l'Imu sulla prima casa si paga solo se l'immobile è nelle categorie catastali A1, A8, A9, comunque con riduzione dell'aliquota e detrazioni).

Tasi al 50% per case in comodato d'uso a figli o genitori

Gli immobili concessi in comodato d'uso a parenti in linea retta, da quest'anno sono soggetti ad aliquota ordinaria. Se però vengono rispettati alcuni requisiti previsti dalla Legge di Stabilità 2016 allora l'immobile si considera assimilato all'abitazione principale: genitori e figli devono innanzitutto adibire la casa ad abitazione principale, il contratto deve essere in forma scritta e registrato presso l'Agenzia delle Entrate, il comodante deve risiedere nello Comune nel quale è ubicato l'immobile concesso in comodato, il comodante deve possedere un solo immobile in Italia. Ultimo ma non meno importante requisito è che l'immobile concesso in comodato non sia di lusso (categorie catastali A/1, A/8 e A/9).
Leggi anche: Tasi e Imu e Affitto con Riscatto: Chi Paga col Rent To Buy

Versamento dei canoni d'affitto

A partire da quest'anno si possono pagare i canoni di locazione abitativa in contanti, sempre nel limite massimo di 2.999,99€: come ben sapete è stato alzato a 3.000 euro il limite di pagamento in contanti. Questo cambiamento è piuttosto radicale in quanto fino al tutto il 2015 si doveva necessariamente pagare l'affitto in forme e modalità che ne assicurassero la tracciabilità, anche al fine di produrre, in sede di dichiarazione dei redditi, una documentazione dalla quale rilevare gli importi utili per l'ottenimento delle agevolazioni e detrazioni fiscali.

Novità sulle agevolazioni fiscali del 2016: tasi, comodato, affitti, obblighiAgevolazioni fiscali per affitto a canone concordato

Chi concede in locazione un immobile tramite un contratto di locazione a canone concordato, può usufruire dell'agevolazione fiscale del 25% sulle aliquote Tasi e Imu deliberate dai singoli Comuni. Dal 2016 le tasse sulla casa si calcolano applicando l'aliquota deliberata dal Comune nella misura del 75%. Se ad esempio il Comune ove è ubicato l'immobile stabilisce un'aliquota Imu del 10,6 per mille, il contribuente dovrà versare il 7,95 per mille dell'imposta.
Leggi anche: Sconto su Tasi e Imu per Case in Affitto a Canone Concordato: Chi Paga le Tasse sulla Casa

Obbligo registrazione contratto di affitto

Il locatore, ovvero il proprietario della casa concessa in affitto, è tenuto a registrare il contratto di locazione entro 30 giorni dalla data della stipula, successivamente ha 60 giorni di tempo per fornirne documentata comunicazione all'inquilino, nonché, se presente, all'amministratore di condominio. L'imposta di registro deve essere comunque versata sia dal locatore sia dal locatario.
Leggi ancheModello RLI per Contratti di Locazione: Come Compilare il Modulo, Istruzioni

Agevolazioni fiscali 2016: assimilazione ad abitazione principale

La Legge di Stabilità 2016 determina quali sono gli immobili assimilabili all'abitazione principale:
  • alloggi sociali
  • case delle cooperative a proprietà intera assegnate ai soci
  • immobili dei residenti fiscalmente all'estero
  • abitazioni dei militari
  • ex casa coniugale assegnata dal giudice della separazione
  • qualora previsto dall'ordinamento comunale, case di persone anziane o disabili che ottengono la residenza in istituti sanitari o di ricovero

Prorogati gli incentivi fiscali per riqualificazione energetica, ristrutturazione edilizia, acquisto mobili e elettrodomestici

La Legge di Stabilità 2016 ha introdotto il bonus mobili per le giovani coppie che acquistano casa, che dunque arricchisce il panorama delle detrazioni fiscali per le spese legate all'abitazione principale.

Prorogate le detrazioni fiscali per ristrutturazione edilizia e l'ecobonus per riqualificazione energetica rispettivamente pari al 50% e al 65%, e il bonus acquito mobile ed elettrodomestici al 50% con il quale si può usufruire della detrazione Irpef pagando la quindi metà per spese fino a 10.000€: sono tutti sgravi fiscali che vengono rimborsati a rate in 10 anni e per usufruirne è sufficiente inserire l'importo in dichiarazione dei redditi, previo il rispetto di alcuni requisiti che trovate nelle guide suggerite. 

Nessun commento: