Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

Assegno Familiare del Comune: Chi Ne Ha Diritto, Requisiti 2017, Come Fare Domanda

lunedì 7 marzo 2016 Aggiornato il:

Spesso si fa confusione quando si parla di "assegni familiari" in quanto tale termine è usato frequentemente per indicare due diversi sostegni: infatti l'assegno al nucleo familiare dei Comuni, di cui in questa guida vediamo i requisiti di accesso, come fare domanda e gli importi 2016, è diverso dall'assegno al nucleo familiare erogato dall'INPS (conosciuto anche con la sigla ANF). Oltre ad essere erogati da enti diversi, hanno differenti requisiti di accesso: l'assegno familiare dei Comuni infatti viene concesso alle famiglie con almeno tre figli minori a carico e con un basso reddito ISEE, sono invece più complessi i requisiti per l'assegno al nucleo familiare dell'INPS. I due assegni sono cumulabili se ovviamente rispettate i requisiti dell'uno e dell'altro.

Assegno familiare del Comune: requisiti, chi può chiederlo

L'assegno al nucleo familiare erogato dal Comune di residenza è tra i principali aiuti alle famiglie in difficoltà economica che può essere chiesto dai cittadini italiani, dai cittadini dell'Unione Europea residenti in Italia, dai cittadini extracomunitari che soggiornano regolarmente in Italia da lungo periodo e ovviamente dei loro familiari con diritto o permesso di soggiorno.

Vale anche per i nuclei monogenitoriali, quello che conta è che vi siano almeno tre figli minori a carico, inseriti anagraficamente nello stato di famiglia. NB 1: i figli possono anche essere solamente del coniuge del richiedente l'assegno familiare del Comune - NB 2: se anche uno solo è in affidamento presso terzi, non si può domandare l'assegno.
Sempre per le famiglie con tre figli minori, è disponibile la nuova card acquisti per famiglie numerose.
assegno al nucleo familiare del comune: requisiti e importo 2016, domandaOvviamente ci sono dei requisiti di reddito, ovvero non si deve superare un certo livello di reddito ISEE: per il 2017 non è cambiato nulla e il limite massimo rimane a 8555.99 euro come nel 2015 e 2016 in quanto il decreto del 17 novembre 2016 ha fissato il valore definitivo del tasso di inflazione a 0%.

Il diritto all'assegno familiare del Comune decorre dal 1 gennaio dell'anno in cui sono verificati i requisiti, se però il terzo figlio non è ancora nato (quindi si può fare domanda anche prima) decorre dal primo giorno del mese in cui tale requisito è materialmente soddisfatto.

Il diritto all'assegno al nucleo familiare erogato dal Comune decade dal 1 gennaio dell'anno in cui il requisito relativo al reddito ISEE non è più rispettato (cioè se si supera la soglia) oppure dal primo giorno del mese in cui decade un requisito relativo alla composizione della famiglia. E' il Comune che deve verificare il tutto.

Altri sostegni ai genitori e alle famiglie:
Bonus bebè 2016 (per nati tra 1-1-15 e 31-12-17) Bonus Bebè per nati/adottati nel 2014  (sostegno "una tantum" da domandare entro il 16-11-2016)
Assegno di maternità del Comune e dell'INPS: differenze, requisiti e come fare domanda Bonus per pagare asilo nido o baby sitter
Social card per anziani e famiglie con figli sotto i 3 anni Sostegno all'Inclusione Attiva (ex social card disoccupati, ora disponibile con requisiti diversi)

Domanda di assegno al nucleo familiare del Comune e importo 2017

A differenza della domanda per l'assegno al nucleo familiare dell'INPS, per quello dei Comuni c'è un termine prefissato. Riportiamo quanto scrive l'INPS nel suo sito per maggiore chiarezza:
[La domanda di assegno al nucleo familiare erogato dal Comune] deve essere presentata al Comune di residenza entro il termine perentorio del 31 gennaio dell'anno successivo a quello per il quale è richiesto [cioè per il quale si presentano i requisiti]. Deve essere accompagnata da una dichiarazione sulla composizione e sulla situazione economica del nucleo familiare (I.S.E.E.) in corso di validità. I requisiti devono essere posseduti dal richiedente al momento della presentazione della domanda; i soggetti che presentano la domanda nel mese di gennaio dell’anno successivo a quello per il quale è richiesto l’assegno, devono fare riferimento ai requisiti posseduti alla data del 31 dicembre immediatamente precedente.
Dopo che il Comune ha verificato le condizioni e dato parere positivo, il richiedente viene informato dell'esito della sua domanda, poi l'assegno viene erogato ogni sei mesi entro il 15 luglio ed il 15 gennaio.
L'importo dell'assegno familiare del Comune 2017 (cioè con requisiti verificati nel 2016) è 141.30 euro al mese.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Perche le famiglie che hanno 2 bambini non possano avere il dirito?Se non hanno nessun venito come possono fare andare avanti?

Anonimo ha detto...

Perché questo è un aiuto alle famiglie con almeno tre figli. Per chi ha due figli ci sono ÀNF dello stato, bonus bebè, assegno maternità.

Giusy ha detto...

Il mio terzo figlio e nato ad ottobre, quanto mi spetta? Prenderò tutti i sei mesi oppure solo due?

Christian Citton ha detto...

L'assegno familiare del Comune non viene erogato parzialmente ma per intero.

Caterina P ha detto...

Io vivo a Lampedusa sono madre di 3 figli non ho mai percepito nulla nè ho mai saputo che ci fossero queste agevolazioni, qui nessuno dà nulla

Articoli più letti negli ultimi 30 giorni