30 giugno 2016

Aumenti per le Bollette di Elettricità e Gas da Luglio, l'Autorità per l'Energia Avvia un'Indagine

Le bollette di luce e gas aumentano a luglio, dopo mesi di piccoli ribassi: i motivi sono il rialzo dei prezzi delle materie prime, in recupero dopo un anno e mezzo di crolli, ma anche l'aumento dei costi di servizio (distribuzione elettricità). Gli aumenti medi per la famiglia tipo sono stimati al 4.3% per la bolletta della luce, al 2% per la bolletta del gas. Tuttavia l'Autorità Garante per l'Energia ha aperto un'indagine di verifica su alcune anomalie da parte dei fornitori.

Dunque dal terzo trimestre 2016 il gas e l'energia elettrica saranno più cari, riducendo così l'impatto dei ribassi avvenuti nei primi due trimestri dell'anno: si scende ad una media di 70€ l'anno rispetto all'anno scorso. Come detto tra i motivi c'è l'aumento dei prezzi delle materie prime, in particolare del petrolio che è passato da 25$ a 50$ in un semestre (va precisato che comunque è un graduale ritorno alla normalità, per come funziona l'economia mondiale) , che oltre a far costare di più la produzione stessa di energia fa aumentare il prezzo del gas metano, che segue in parte quello del petrolio.


rincari per le bollette luce e gas da luglioSe questo è un elemento legato all'economia mondiale, è invece tutto italiano quello che va a influire sull'aumento della bolletta dell'energia elettrica, ovvero la "significativa crescita dei costi di dispacciamento , cioè dei costi sostenuti dal gestore della rete Terna per il mantenimento in equilibrio del sistema elettrico" come ha precisato l'Autorità per l'Energia, che aggiunge: "[segnalato da Terna] un aggravio di costi per il sistema e una alterazione del normale meccanismo di formazione dei prezzi di mercato".

Il sistema va spiegato: Terna compra energia elettrica per mantenere l'equilibrio nel sistema elettrico e non ci siano interruzioni di corrente in varie parti d'Italia, ma nei mesi passati i fornitori privati presenti sul libero mercato dell'energia ne hanno immessa meno, obbligando Terna a comprarne altrove di più e quindi facendo salire i costi di servizio che finiscono in bolletta. Motivo per cui l'AEEG ha deciso di avviare un'indagine sul comportamento dei fornitori privati (sospetta un accordo tra i fornitori per favorire la salita dei prezzi)

In ogni caso a rimetterci sono i cittadini, i consumatori privati e professionali, le famiglie che da luglio pagheranno di più per le bollette di luce e gas.

Nessun commento: