7 aprile 2017

Detrazioni Fiscali per Spese Funebri nella Dichiarazione dei Redditi col 730 o l'Unico 2017

Chi ha diritto alla detrazione Irpef sulle spese del funerale, come si calcolano, dove inserirle nel Modello 730 o nell'Unico 2017.
Le spese funebri possono essere inserite della dichiarazione dei redditi per avere una detrazione fiscale del 19% fino alla spesa massima di 1550 euro: nel 2017 sono inserite per la prima volta nel Modello 730 Precompilato, mentre chi deve compilare il 730 oppure il Modello Redditi (ex Modello Unico) dovrà fare qualche calcolo e compilare correttamente la dichiarazione dei redditi. Nel 2016 è stato abolito il vincolo di parentela, quindi lo sgravio sull'Irpef può essere richiesto da chiunque abbia sostenuto le spese del funerale, anche in parte: ovviamente occorre presentare la ricevuta o la fattura dell'agenzia funebre e suddividere la detrazione in base alla quota di spesa.

Detrazione fiscale per spese funebri: quanto è possibile scaricare dall'Irpef - Si può scaricare dalle tasse pagate o da versare al Fisco il 19% dell'importo speso fino ad un massimo di 1.550 euro. Ad esempio se il contribuente dovesse aver speso 2.800 euro a titolo di spesa funebre, potrà detrarre dall'Irpef solo l'importo limite, ovvero 1.550€; bisogna quindi calcolare il 19% di tale cifra ovvero nel Modello 730/2017 o Unico si potranno inserire 295€ (il risultato dell'operazione è pari a 294,5 euro ma si arrotonda l'importo per eccesso--> 0,50€ = 1€; 0,49€=0€).

Chi ha diritto alla detrazione Irpef sulle spese del funerale? - Come detto è stato abolito il vincolo di parentela per il quale fino al 2016 potevano beneficiare dello sgravio solo il coniuge, i figli anche adottivi, i discenti prossimi (nel caso in cui il defunto non dovesse avere figli), i genitori e in loro mancanza gli ascendenti prossimi (nonni) o gli adottanti, le nuore e i generi, i suoceri, i fratelli e lesorelle germani (i nati dagli stessi genitori) o unilaterali, con precedenza dei germani sugli unilaterali. Attualmente ha diritto allo sgravio fiscale chiunque abbia contribuito alle spese.
Leggi anche - Come presentare la dichiarazione dei redditi di un parente deceduto, quali obblighi si hanno
Quali spese funebri si possono portare in detrazione? - Come spiegato nella risoluzione Agenzia delle Entrate, n. 944 del 28/07/1976, vale il principio di attualità e causa-effetto, ovvero sono ammesse nella dichiarazione dei redditi solo le spese derivanti dal decesso della persona e non quelle effettuate prima o dopo: dunque SI le spese per l'Agenzia funebre, il fioraio, gli annunci funebri, i diritti cimiteriali al Comune... (conservate le fatture di tutto) e NO per l'acquisto del loculo o di una tomba familiare fatte prima del decesso, spese di esumazione e re inumazione...

Come inserire le spese funebri nella dichiarazione dei redditi - Chi usufruisce del Modello 730 Precompilato dal 2017 le trova già inserite, invece per chi deve compilarselo da solo è necessario indicare i costi presenti nella sezione Oneri Detraibili della Certificazione Unica consegnata dal sostituto di imposta con il codice onere 14, le spese sostenute per i funerali sono detraibili se il contribuente è in possesso della fattura / della fattura dell'impresa di pompe funebri ad esso intestata, del fiorario, dei servizi comunali ecc... Non è quindi necessario esibire al Caf o all'Agenzia delle Entrate (in caso di controlli sulla dichiarazione) nessun altro documento. Se la fattura / ricevuta è intestata ad una sola persona ma le spese sono state sostenute da più persone, occorre che l'intestatario annoti su di essa chi altro ha pagato e quanto.
detrazioni fiscali per spese funerale nella dichiarazione dei redditi
I riquadri e i righi dove indicare le spese funebri
nel Modello 730 e nel Modello Redditi 2017.
L'importo pagato, nella misura massima di 1.550€, deve essere indicato
  • in uno dei righi da E8 a E12 "Altre Spese" con il codice spesa 14 nel Modello 730 2017
  • in uno dei righi da RP8 a RP13 con il codice spesa 14 nel modello Redditi PF 2017.
L’importo, riferito a ciascun defunto, non può mai superare il limite di 1.550€: questo limite è applicabile alla fattura quindi se più persone sostengono la spesa funebre, dovranno dividerla sempre entro il limite massimo ammesso per legge. Nel caso di più decessi bisogna compilare un rigo per ogni spesa.

Nessun commento: