2 giugno 2017

Bonus Mobili Giovani Coppie per Acquisti Fino al 31 Dicembre 2016

Un'agevolazione fiscale per recuperare il 50% di quanto speso per l'arredo se si ha comprato una casa.
Il bonus mobili per under 35 è stato un'agevolazione fiscale valida per le spese effettuate nel 2016: si tratta di detrazioni fiscali sugli acquisti di mobili per la casa molto simili al bonus arredi collegato alle detrazioni per ristrutturazione. A differenza di questo però era accessibile alle giovani coppie che hanno comprato una casa, senza la necessità di lavori di ristrutturazione (nel senso che non è obbligatorio che l'acquisto di arredi sia in combinato con lavori di ristrutturazione edilizia). Le Legge di Stabilità 2017 non contiene la proroga per questa agevolazione fiscale che dunque non è più disponibile per acquisti effettuati dopo il 31 dicembre 2016, rimane invece valido il bonus mobili collegato ai lavori di ristrutturazione fino al 31 dicembre 2017. Quanto scritto in questa guida è dunque utile per inserire nella dichiarazione dei redditi da fare in questo 2017 le spese effettuate nel 2016 ed accedere così al bonus mobili per giovani coppie.

Limiti di spesa e percentuale di detrazione per il bonus mobili under 35 - Le consuete detrazioni fiscali ristrutturazione con bonus mobili e elettrodomestici sono prorogate per tutto il 2017 con le stesse percentuali di incentivo fiscale, ovvero il 50% per una spesa massima di 96mila + 10mila euro. Invece l'incentivo fiscale indirizzato alle coppie under 35 che nel 2015 o nel 2016 hanno acquistato casa e i mobili per arredarla è accessibile senza ristrutturazione, ha però limiti di altra natura.

Infatti il limite massimo di spesa per il quale vale la detrazione fiscale al 50% è di 16.000 euro, quindi si avrà un rimborso pari a 8000 euro in 10 rate annuali nella dichiarazione dei redditi. Inoltre non sono compresi anche gli elettrodomestici, cosa che potrebbe creare difficoltà ad esempio con le cucine con elettrodomestici ad incasso, in cui la fattura non distingue generalmente le diverse voci di spesa.

Acquisti che rientrano nel bonus mobili per giovani coppie - A titolo di esempio si citano "letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi e apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell’arredo dell’immobile". Sono comprese le spese di trasporto e montaggio mentre restano esclusi tende e tendaggi, porte, pavimenti (parquet), complementi d'arredo.
bonus mobili per coppie under 35

Come effettuare i pagamenti dei mobili per avere il bonus - Come per tutti gli incentivi fiscali simili (bonus arredi ed elettrodomestici, ecobonus ecc...) anche in questo caso occorre pagare tramite bonifico parlante o con carta di credito o debito. Non valgono contanti nè assegni. Si specifica che in caso di pagamento con carta di credito o debito la data valida è quella dell'utilizzo, non quella dell'accredito sul conto corrente.

Quali giovane coppie potranno avere il bonus mobili: requisito di convivenza, età, abitazione principale - Questa la definizione data nella Legge di Stabilità 2016 che regola questo incentivo: "coppie costituenti un nucleo familiare composto da coniugi o da conviventi more uxorio che abbiano costituito nucleo da almeno 3 anni, in cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni". Incluse dunque le coppie di fatto ma non i nuclei monogenitoriali con figli minori, cioè i single con figli piccoli così come i divorziati o i separati.

Va precisato però che è una platea ridotta non solo dal vincolo dei tre anni di convivenza, ma anche dal fatto che dovranno essere acquirenti di una casa comprata nel 2015 o nel 2016.

Come precisa l'Agenzia delle Entrate "l’immobile va destinato ad abitazione principale di entrambi i componenti la giovane coppia e tale destinazione deve risultare nell’anno 2016. Per gli immobili acquistati nel 2016, tuttavia, la destinazione ad abitazione principale può avvenire entro il termine di presentazione del modello Unico Persone fisiche 2017 (dichiarazione dei redditi del 2016)".

L'immobile può essere stato acquistato da uno dei membri della coppia oppure da entrambi, ma se da uno solo dei due occorre che sia quello che, nel 2016, aveva meno di 35 anni.

Il requisito dei tre anni di convivenza deve risultare nel 2016 e confermato dallo stato di famiglia. Vale anche un'autocertificazione, che ovviamente sarà poi oggetto di verifica.

Nessun commento: