31 gennaio 2018

Mutui INPS: Requisiti, Condizioni e Come Fare Domanda

Un mutuo INPS (ex mutuo INPDAP), può essere a tasso fisso e variabile ma gli interessi non sono gli stessi dei normali mutui bancari - guida aggiornata per il 2018
La domanda per un mutuo INPS (definizione attuale per quelli che una volta erano mutui INPDAP) si può fare in tre periodi dell'anno: 1-10 gennaio, 1-10 maggio, 1-10 settembre. Si tratta di mutui agevolati per dipendenti pubblici e per pensionati ex lavoratori pubblici iscritti da almeno tre anni alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (ricordiamo che dal 2011 l'INPDAP è stata fatta confluire nell'INPS ed i lavoratori/pensionati pubblici sono ora sotto la sua tutela: ecco perchè si parla di mutui ex INPDAP divenuti ora mutui INPS). Vediamo più nel dettagli le condizioni ed i tassi d'interesse di questi mutui agevolati per pensionati e dipendenti pubblici.

Chi può domandare un mutuo INPS: requisiti, graduatorie e come fare domanda - Come detto si tratta di mutui agevolati per dipendenti pubblici, specifichiamo però che è richiesto il contratto a tempo indeterminato. Invece gli ex lavoratori in pensione devono essere iscritti alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali, con una anzianità di iscrizione di almeno 3 anni. Un mutuo INPS può essere chiesto anche dai familiari del lavoratore/pensionato pubblico.

Come specifica l'INPS:
L'iscritto o i componenti il nucleo familiare non devono risultare proprietari di altra abitazione in tutto il territorio nazionale, salve le particolari ipotesi previste e dettagliate dal Regolamento (proprietà di quote; immobile assegnato al coniuge separato; iscritto che intenda costituire un proprio nucleo familiare, distinto da quello dei genitori; immobile da acquistare sito ad almeno 250 Km da altro eventuale immobile di proprietà, in caso di disponibilità finanziarie residue).
mutui inps inpdapLa domanda di un mutuo agevolato per pensionati e lavoratori pubblici deve essere fatta online dal sito dell'INPS (occorre avere l'apposito Pin dispositivo INPS per operazioni internet) nei periodi dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno. Qui trovate le istruzioni ufficiali INPS.

Se il budget dell'INPS per il quadrimestre in cui si fa domanda è esaurito, la domanda non viene respinta ma si entra in una graduatoria per il periodo successivo.

Tassi d'interesse mutui INPS - E' possibile domandare un mutuo agevolato ai seguenti tassi d'interesse (valori aggiornati per il 2018):
  • tasso variabile Euribor 6 mesi, rilevato il 30 giugno e il 31 dicembre di ogni anno e aumentato di uno spread del 2% (prime due rate a tasso fisso 3.50%)
  • tasso fisso: per i mutui richiesti dal 1 luglio 2017 non c'è più un tasso di interesse unico come per quelli richiesti in precedenza, ma è stabilito la seguente applicazione in base al loan to value (percentuale del valore dell'immobile secondo perizia che viene erogata col finanziamento:
tassi di interesse mutui inps
Le spese di perizia e notarili sono a carico del mutuatario, che deve inoltre pagare uno 0.50% della somma richiesta a titolo di spese di amministrazione.

Anche per questi valgono le normali detrazioni fiscali spese e interessi mutuo.

Mutui INPS: finalità, durata e importo - Un mutuo INPS può essere richiesto per l'acquisto di una casa ad uso residenziale, configurabile come abitazione principale (prima casa) non di lusso, oppure per surroga di un precedente mutuo.

L'importo massimo finanziabile con un mutuo INPS è 300mila euro per acquisto casa, costruzione in proprio, completamento e/o ampliamento su terreno di proprietà, è al 40% del valore immobiliare e massimo 150mila euro per esecuzione di lavori di manutenzione ordinaria e/o straordinaria, adattamento, ampliamento, trasformazione o ristrutturazione dell’unico alloggio di proprietà, è 75mila euro per acquisto o costruzione in proprio di un box auto/posto auto, da utilizzare come pertinenza dell’alloggio (in tutti i casi sono esclusi immobili catalogati di lusso.

 La durata di un mutuo INPS ex INPDAP è 10, 15, 20, 25 o 30 anni (se al momento della domanda il mutuatario ha già compiuto 65 anni, la durata massima è fissata a 15 anni).

Nessun commento: