Requisiti per la Carta SIA (ex social card disoccupati), importo del Sostegno per l'Inclusione Attiva e come fare domanda.

Carta SIA (ex Social Card Disoccupati): Requisiti e Domanda per il Sostegno Inclusione Attiva

Il SIA è il Sostegno per l'Inclusione Attiva, un aiuto economico per le famiglie in difficoltà che dal 2016 ha preso il posto della social card per disoccupati, ma attenzione perché a partire dal 1 gennaio 2018 il Reddito di Inclusione prenderà il posto del Sostegno per l'Inclusione Attiva: leggete la guida completa al Reddito di Inclusione REI in quanto chi ha i requisiti per il SIA può fare domanda per il REI, più precisamente chi ha in corso la Carta SIA può scegliere di continuare a prenderla fino al termine previsto e poi fare domanda di Carta REI, oppure fare subito la domanda di Carta REI.

In questa guida vediamo i requisiti per il Sostegno Inclusione Attiva e come fare domanda presso il proprio Comune di residenza. Precisiamo subito che a differenza della social card per disoccupati, che era disponibile solo nelle principali città italiane e nel Sud Italia, il Sostegno per l'Inclusione Attiva è stato disponibile in tutta Italia. Obbligatorio seguire un progetto personalizzato di formazione lavorativa o scolastica predisposto dai servizi sociali, come per il nuovo REI. Dunque attenzione, il SIA è diverso dalla social card ordinaria da 40 euro al mese e anche dalla nuova card per famiglie numerose (almeno 3 figli a carico).

Cosa è il SIA, dove è attivo, importo - Il Sostegno per l'Inclusione Attiva, ex social card sperimentale / carta acquisti per disoccupati, dà diritto ad 80€ al mese per ogni componente del nucleo familiare con limite massimo 400€ [novità dal 30 aprile 2017: 80€ in più per i nuclei familiari monogenitoriali con figli minori]: a differenza della social card per disoccupati l'importo non dipenderà anche dal reddito ISEE (ovviamente come requisito necessario c'è un limite all'ISEE). In presenza di altri sostegni alle famiglie come ad esempio il bonus bebè per neogenitori, la social card ordinaria, l'assegno familiare... l'importo della carta SIA viene ridotto, mentre se il totale degli aiuti supera i 600€ non si può avere il SIA [novità dal 30 aprile 2017: il limite massimo sale a 600€ se in famiglia c'è una persona non autosufficiente]. In ogni questo aiuto non si può avere se già si prende l'indennità di disoccupazione o altro sostegno al reddito per disoccupati.

La ricarica della carta SIA è automatica e avviene ogni 2 mesi, il titolare non può ricaricarla con soldi suoi. Dopo l'invio della carta al domicilio indicato nella domanda, Poste Italiane invia il PIN, cioè il codice segreto per usarla: se non arriva, se lo smarrite o altri problemi, dovete andare in un ufficio postale. Come la precedente carta acquisti sperimentale si presenta come una carta prepagata ricaricabile e va firmata sul retro.

La carta SIA si può usare per i pagamenti in tutti i negozi che accettano il circuito Mastercard: supermercati, negozi alimentari, farmacie, parafarmacie... con anche uno sconto del 5% per gli acquisti in negozi convenzionati coi Ministeri (da questa pagina del sito del Ministero del Lavoro potete scaricare l'elenco completo). Non ci sono commissioni nè spese. Facendo acquisti in farmacia con la carta SIA si ha diritto alla misurazione della pressione e del peso corporeo gratuitamente.

Con la carta SIA si possono pagare le bollette dell'elettricità e del gas in Posta. A differenza che con la normale social card / carta acquisti, con la SIA non si può accedere in automatico al bonus sociale elettrico, cioè lo sconto in bolletta per le famiglie in disagio economico: i titolari di carta SIA devono fare la consueta domanda (nella guida bonus sociale elettricità tutti i dettagli).

La carta SIA non si può usare per acquisti online nè per prelevare denaro: nei punti Postamat, cioè i bancomat di Poste Italiane, si può solo controllare il saldo (quanto credito c'è ancora).
Requisiti per il Sostegno all'Inclusione Attiva - Perchè sia accettata la domanda per la Carta SIA occorre rispettare i seguenti requisiti, tra cui non è richiesta la presenza nel nucleo familiare di over 65 anni o di bambini under 3 anni (in tali casi si ha diritto alla carta acquisti ordinaria):
    aiuti alle famiglie in difficoltà economica: il sostegno all'inclusione attiva
  • essere residenti in Italia da almeno 2 anni (può essere chiesto anche da cittadini stranieri purchè in regola)
  • nel nucleo familiare deve esserci almeno un figlio minorenne oppure almeno un figlio disabile oppure una donna in gravidanza
  • in famiglia non ci deve essere nessun veicolo immatricolato 12 mesi prima della presentazione della domanda nè autoveicoli con cilindrata superiore ai 1.300cc o motoveicoli con una cilindrata superiore ai 250cc immatricolati da meno di tre anni (esclusi ovviamente autoveicoli e motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità)
  • il limite massimo del Reddito ISEE di hi fa la domanda è 3000€ (leggete attentamente la guida Novità Calcolo ISEE); quando si fa la domanda per la carta SIA occorre avere già l'attestazione dell'ISEE in corso di validità
  • se usufruiscono di altri aiuti economici, questi non devono superare i 606.60€ al mese, 909.90€ se nel nucleo familiare ci sono persone non autosufficienti (importi aggiornati per il 2018, erano rispettivamente 600€ e 900€ nel 2017)
  • nessun membro del nucleo familiare deve prendere l'indennità di disoccupazione Naspi o Asdi o di altro genere di sussidio per disoccupati
Tutta la famiglia che riceve il Sostegno per l'Inclusione Attiva dovrà obbligatoriamente seguire un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa predisposto dai servizi sociali del Comune, in rete con i servizi per l'impiego, i servizi sanitari e le scuole nonché con soggetti privati ed enti no profit. Saranno coinvolti anche i minori e lo scopo è di aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l'autonomia con attività formative, tirocini, borse di studio o di lavoro...

Come fare domanda per il Sostegno Inclusione Attiva e il rinnovo, comunicare cambiamenti del nucleo familiare e dei requisiti - Il modulo per la domanda di carta SIA va richiesto presso il Comune di residenza e dopo averlo compilato va riconsegnato con ovviamente la DSU per il Reddito ISEE, copia fronte/retro documento di identità, codice fiscale / tessera sanitaria, copia del permesso di soggiorno in caso di extracomunitari, eventuale certificato stato di gravidanza e data presunta del parto oppure certificato che attesta la disabilità. Entro 15 giorni il Comune verifica i requisiti, poi invia la documentazione all'INPS che entro 10 giorni assegna un punteggio di valutazione del bisogno analizzando la situazione economica, lavorativa e per gli altri requisiti: per l'accettazione della domanda di SIA servono almeno 45 punti 25 punti (abbassato a partire dal 30 aprile 2017), mentre il punteggio massimo è di 100 punti. Più precisamente, il punteggio è calcolato in base al carico familiare (se ci sono più figli minori o soggetti con disabilità grave il punteggio è più alto), alla condizione economica (più basso il reddito e più sale il punteggio), alla condizione lavorativa (il punteggio si alza se ci sono più componenti del nucleo familiare in età attiva in stato di disoccupazione).

Se la domanda di carta SIA è accolta, si riceve comunicazione di andarla a ritirare presso l'ufficio postale indicato, in caso di rifiuto si riceve comunicazione dal Comune. In caso di ritardi o per sapere a che punto è la pratica ci si deve rivolgere al Comune.

La carta SIA dura un anno dalla richiesta, ma attenzione: l'attestazione del reddito ISEE scade il 15 gennaio, quindi va rinnovata e data comunicazione all'INPS altrimenti il Sostegno Inclusione Attiva viene sospeso e riprende, con anche gli arretrati, solo quando viene data comunicazione del nuovo ISEE.

IMPORTANTE - Se durante il corso di validità della carta SIA e dell'attestazione del reddito ISEE cambia la composizione del nucleo familiare (nascita, decesso, allontanamento, inclusione di un membro o più di uno) occorre dare comunicazione entro 2 mesi presentando una nuova attestazione ISEE; l'importo della carta SIA verrà quindi rideterminato d'ufficio. Se invece ci sono variazioni nella "natura" stessa del nucleo familiare, ad esempio separazione dei coniugi, il Sostegno decade ma si potrà fare una nuova richiesta per il nuovo nucleo familiare che si viene a creare.

Si hanno 30 giorni di tempo per comunicare all'INPS cambiamenti della condizione lavorativa di uno o più membri del nucleo familiare: occorre comunicare il reddito previsto, altrimenti la carta SIA verrà tolta.

Comunque il Sostegno Inclusione Attiva e la carta SIA dovrebbero avere vita breve, non oltre il 2017, perchè nei progetti del governo c'è l'introduzione del Reddito di Inclusione, un sostegno economico universale che però è ancora in fase di elaborazione.
Carta SIA (ex Social Card Disoccupati): Requisiti e Domanda per il Sostegno Inclusione Attiva Carta SIA (ex Social Card Disoccupati): Requisiti e Domanda per il Sostegno Inclusione Attiva Reviewed by Christian Citton on 26.9.18 Rating: 5

237 commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   201 – 237 di 237
Marco Vitali ha detto...

Buongiorno, ho ricevuto la ricarica di luglio ed agosto 2017 il 31 luglio 2017, ad oggi (31 ottobre 2017) sto ancora aspettando la ricarica di settembre ottobre 2017. E' normale questa cosa? E quanto ancora devo aspettare? Grazie.

Christian Citton ha detto...

Leggendo gli innumerevoli commenti prima del suo può ben capire come sia la situazione.

Anonimo ha detto...

Volevo sapere visto che ora ci sarà il rei bisogna ripresentare la domanda grazie

Christian Citton ha detto...

Sì, a partire dal 1 dicembre 2017 e il più velocemente possibile.

Anonimo ha detto...

Anche a me è stata respinta la prima volta. Rifaccia la domanda . la seconda volta mi è stata accettata

Anonimo ha detto...

Se isee scadrà gennaio dobbiamo presentare la domanda per rei a dicembre con isee di 2016 e dopo di nuovo bisogna fare domanda con nuova isee(ciò di 2017)? Isee di 2016 valido solo fino 15.01.2017.

Anonimo ha detto...

Altra domanda :su qualle sito troverò il modulo di domanda su rei ? In questo modo iniziamo di preparare il documentazione. Oppure lei cortesemente, può dire quale documentazione bisogna colegare con modulo di domanda
Grazie

Christian Citton ha detto...

1) Esattamente: facendo domanda dal 1 al 31 dicembre 2017 si utilizzerà l'Isee 2017 e poi nel 2018 andrà aggiornato, precisamente entro marzo.

2)La domanda si fa in Comune: può vedere se il vostro Comune ha nel sito la sezione apposta per la domanda, altrimenti deve andare negli uffici.

Per ogni altra informazione leggete la guida sul Reddito di Inclusione e la Carta Rei 2018 indicata ad inizio articolo.

Anonimo ha detto...

Salve vorrei sapere se non pagati si può fare causa cioè fatta la domanda non viene fatto alcun accredito perchè quando invece li vogliono non scherzano Cosi.Grazie.

Anonimo ha detto...

Buongiorno
Ho sentito che l inps non ha piu i fondi per portare a termine i bonifici del progetto Sia...... a voi risulta?

Christian Citton ha detto...

Sono due domande alle quali non possiamo rispondere:
1) Se vuole intentare causa all'INPS o allo Stato nessuno potrà mai vietarglielo, poi c'è da vedere come andrà a finire
2) Tutto può essere, ma di voci ufficiose non c'è mai da fidarsi

Anonimo ha detto...

Ma oltre all Inps e al comune che non sanno dare informazioni, c è un'altro posto dove potersi informare per risposte più precise?

Anonimo ha detto...

Salve Sig. Cristian spero che può aiutarmi siamo una famiglia di 4 persone ,ripescati ad agosto ,mi pagano Maggi e giugno, luglio e agosto ,ma settembre e ottobre va in Ko, imps dice pEr l isee,ma al comune mi dicono che hanno tutto in regola,e che forse mi hanno bloccato la carta pErchie mia figlia ha compiuto 18 anni.Sig Cristian può succedere questo?non ha senso aiutare una famiglia per solo due bimestre, non ho macchina ,vivo in alloggio popolare un isee 0,e ci abbandonano così? Non ho più figlio minori, ma ho altri requisiti, grazie e mi scuso per l italiano che so che non so scrivere

Christian Citton ha detto...

Purtroppo tra i requisiti necessari per la Carta Sia c'è quello che nel nucleo familiare vi sia almeno un minorenne o un disabile o una donna in gravidanza.
Dal 1 dicembre si può fare domanda per la Carta Rei (Reddito di Inclusione) che nel 2018 sostituirà la Sia, provi subito a farla (trova la guida con tutte le istruzioni nella prima parte di questo articolo sulla Sia).

Anonimo ha detto...

Finalmente sono stati disposti gli accrediti per settembre/ottobre. Entro un paio di giorni saranno disponibili sulla carta.

Anonimo ha detto...

Salve, a me la carta sia e arrivata ad agosto, sono stata ripescata ,perché i punti prima erano 45 e dei miei requisiti che li avevo tutti non gli è fregato di meno .ora che ho il punteggio di 35 punti mi bloccano la carta perché forse ad agosto mia figlia a fatto 18 hanni ,io mi chiedo può succedere questo?mi hanno dato solo maggio e giugno luglio e agosto, e se il motivo è perché ora non ci sono più minori in famiglia si devono solo vergognare .nel 2016 a prescindere della mia situazione famigliare con tutti i requisi mi hanno respinta la mia richiesta perché non arrivavo a 45 punti,ora che ne ho 35 bloccata .ma possono ?non avete mai dato un punteggio per la figlia minore ,e poi a prescindere da tutto c'è un punteggio che io ho .poi tutti abbiamo diritto di mangiare e di avere un aiuto ,se mi hanno bloccato la carta per questo io vi dico che è una ingiustizia vergogna siete senza cuore

Anonimo ha detto...

Salve ho fatto domanda il 31 ottobre,l inps ha accetto la mia domanda,tra quanto potrò avere la carta più o meno? Grazie mille

ROSITA CUSUMANO ha detto...

SALVE RIGUARDO ALLA CARTA SIA QUANDO CARICANO SETTEMBRE OTTOBRE ?

Christian Citton ha detto...

Come detto più volte in risposta a molti altri commenti, non possiamo sapere quando ci saranno i pagamenti: in teoria ogni due mesi, ma come potete leggere sopra ci sono tantissimi esempi di ritardo nei pagamenti.
Considerate poi che la carta Sia sta per sparire per essere rimpiazzata dalla Carta Rei, dovrete rifare la domanda probabilmente.

Anonimo ha detto...

Buonasera volevo un informazione per chi prende la sia dovrà comunque fare domanda per il rei grazie

Christian Citton ha detto...

Sì perchè i requisiti sono diversi.

Lucia Postiglione ha detto...

Qualcuno sa per caso quali saranno i requisiti per il rei

Christian Citton ha detto...

Mi scusi, ma perchè non legge la guida completa alla Carta REI che abbiamo messo in alto alla pagina?

Anonimo ha detto...

Possessore di carta SIA da luglio 2017 bonifici presi: luglio e agosto a fine LUGLIO e settembre ottobre presi a fine novembre. Domande: novembre e dicembre saranno accredidati entro fine anno? Si sa qualcosa? La carta SIA morirà con l'entrata in vigore della REI oppure resteranno operative entrambi? Ai Servizi Sociali hanno detto così e di rivolgersi ai CAF, ma ai CAF, dove ipoteticamente tra 2 giorni ci si può rivolgere per fare domanda della carta REI, non sanno dare una risposta e dicono di chiedere ai Servizi Sociali.

Christian Citton ha detto...

Invito anche lei a leggere la guida completa alla Carta REI che trova indicata nella prima parte di questo articolo sulla Carta SIA: c'è scritto tutto ed è stata aggiornata proprio ieri con le istruzioni ufficiali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Anonimo ha detto...

MA X CHE NON CANCELLATE I POST VECCHI E METTETE SOLO I NUOVI?

Christian Citton ha detto...

Perchè a quanto pare c'è chi, come lei, non legge nè i vecchi nè i nuovi. Infatti ad inizio articolo c'è il rimando alla nuova guida sul Reddito di Inclusione ed inoltre è specificato che il Sia rimane per chi l'ha già attivo e non lo converte subito in Rei, dunque questo articolo resta utile ancora per mesi a chi terrà il Sia.

Anonimo ha detto...

Salve qualcuno ha novità su rei grazie

Christian Citton ha detto...

Mi scusi, ma nella prima parte dell'articolo è evidenziato il collegamento alla guida completa al Rei ed è scritto che è attivo dal 1 gennaio 2018. Inoltre la guida al Rei è tra i post messi in primo piano in tutte le pagine del sito, e nei commenti precedenti è stato scritto più volte che appunto il Rei prende il posto del Sia e che c'è da leggere la guida completa...

Anonimo ha detto...

Salve volevo sapere se io nn ho rinovato isee fino al15 genaio,adesso siamo 16 febbraio,io soldi sulla carta sia ho ancora ,vorei sappere se. mi blocano questi soldi opure non la ricaricano piu fino al rinuovo del isee.

Christian Citton ha detto...

Non ricaricano più, quelli che ci sono si possono usare.

Anonimo ha detto...

Una domanda:- ma se la ise è più alto dell anno scorso mica la sospendono? Ho ricevuto solo 3 ricariche grazie

Christian Citton ha detto...

Se supera i limiti previsti sì, se rientra nei limiti previsti no.

Anonimo ha detto...

Ciao salve io ho partexipato a questi progetti ma nel fax delle assistenti solciali all inps avevano riferito il contràio x errore...che poi hanno rinviato il fax condicendo che io partecipavo regolarmente...ma la carta non mi é mai stata accreditata piu...e ogni sollecito l inps mi ha detto che avrebbero pagato tutto all ultima ricarica...ma non mi e mai stato fatto alcun pagamento...quando poi x aderire a questa carta ho dovuto rifiutare i soldi di ragazza madre...oggi a distanza di un anno...il comune mi dice che l errore é dell inps siccome dovrebbe aggiornare i computer...ma io come devo fare???

Christian Citton ha detto...

Purtroppo non è possibile rispondere al posto di INPS, Comuni o enti vari, per quel che riguarda specificatamente errori e procedure burocratiche dei singoli casi. Può solo continuare a insistere con l'INPS, eventualmente facendosi assistere da un patronato, da un legale o altri professionisti.

Lory ha detto...

Salve se trovo un lavoro in regola di due tre ore a settimana la sia mi viene sospesa?

Christian Citton ha detto...

No, se i limiti di reddito vengono comunque rispettati.

«Meno recenti ‹Vecchi   201 – 237 di 237   Nuovi› Più recenti»
Powered by Blogger.