26 maggio 2017

Cedolare Secca: Come Funziona il Regime Fiscale Agevolato per i Redditi da Locazione Immobiliare

Chi ha un'immobile ad uso abitativo che dà in locazione, ovvero in affitto ad un inquilino, può decidere di pagare le tasse sui redditi da affitto con la cedolare secca, un particolare tipo di regime fiscale agevolato con aliquote inferiori a quella dell'Irpef. Dunque con la cedolare secca si pagano meno tasse? Sul reddito derivante da locazione immobiliare senz'altro sì, ma attenzione: per essere sicuri di avere vantaggi scegliendo la cedolare secca occorre farsi calcoli precisi, perchè ad esempio tale reddito esce dalle deduzioni e detrazioni fiscali in dichiarazione dei redditi, che diventano meno vantaggiose, ma resta nel calcolo dell'ISEE. Ma c'è parecchio da spiegare sulla cedolare secca, anche come pagare e calcolare la rata di acconto e di saldo.

25 maggio 2017

I Vantaggi Fiscali della Previdenza Complementare: Prima si Inizia e Meglio È

I contributi per la pensione integrativa danno diritto a deduzioni fiscali nella dichiarazione dei redditi, un elemento che va valutato attentamente quando si vogliono valutare vantaggi e svantaggi della previdenza complementare: inutile girarci intorno, una pensione integrativa per quando si finirà di lavorare è necessaria data l'attuale situazione previdenziale italiana, destinata a peggiorare nel corso dei decenni (come possono testimoniare i lavoratori più giovani tra quelli che hanno ricevuto la busta arancione INPS). Vediamo dunque i calcoli effettuati da Progetica, società indipendente di valutazioni finanziarie ed economiche, sui vantaggi fiscali di versare contributi per una pensione integrativa, ovvero quanto si risparmia in tasse durante gli anni di versamento e cosa rimane in tasca durante gli anni della pensione.

11 maggio 2017

ISEE 2017, Quando e a Cosa Serve: Modelli Disponibili, Compilazione, Novità

Il modello ISEE ovvero l'Indicatore della situazione economica equivalente, serve per calcolare quanto pagare l'asilo nido, le tasse universitarie, l'abbonamento ai mezzi di trasporto, la mensa scolastica, per richiedere vari aiuti alle famiglie e sostegni al reddito. Non sono giunte novità o modifiche, dunque l'Isee 2017 come lo scorso anno è diviso in 6 diversi modelli mirati a seconda delle necessità: ISEE Università; socio-sanitario; socio sanitario-residenze; minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi; corrente e ordinario. Per ottenere l'Isee è necessario presentare la DSU - Dichiarazione Sostitutiva Unica. Vediamo quali regole bisogna seguire per il calcolo dell'ISEE in quanto vanno segnalate delle novità introdotte dal governo Renzi nel mese di giugno 2016 per recepire una sentenza del Tar del Lazio confermata dal Consiglio di Stato (in sostanza vengono tolti dal reddito imponibile per il calcolo dell'ISEE le varie prestazioni assistenziali d'invalidità) e a cosa servono i modelli.

9 maggio 2017

Assicurazione Casalinghe: Cosa Copre e Quanto Costa

L'assicurazione contro gli infortuni domestici è obbligatoria e deve essere pagata dai contribuenti tra i 18 e i 65 anni di età che si occupano in via non occasionale, gratuitamente e a tempo pieno della casa. Comunemente detta "assicurazione casalinghe" è ovviamente necessaria anche per gli uomini "casalinghi", ovvero per chiunque si occupi prevalentemente della casa e della famiglia (senza un rapporto di subordinazione lavorativa), è una polizza che copre dagli infortuni avvenuti in ambiente domestico ma solo a certe condizioni, si può sottoscrivere tramite bollettino da inviare all'Inail e va pagata entro il 31 gennaio di ogni anno. Ma quanto costa l'assicurazione casalinghe e da cosa copre di preciso? Da chi non deve essere pagata? Rispondiamo a queste domande e scopriamo come inserirla nella dichiarazione dei redditi per avere la deduzione fiscale.

7 maggio 2017

Detrazione Affitto Casa: Canone Concordato e Libero, Giovani, Alloggi Popolari, Studenti e Lavoratori in Trasferta

Nella dichiarazione dei redditi si può portare in detrazione anche l'affitto per l'abitazione principale, ovvero chi vive in affitto (locazione immobiliare ad uso abitativo) ha diritto alle agevolazioni fiscali da inserire nel Modello 730 o nel Modello Redditi 2017 (sostituisce l'Unico). Le detrazioni fiscali sono differenti se si è in affitto a canone concordato o libero ma anche secondo il reddito dell'inquilino e alla sua età; inoltre ci sono appositi sgravi per chi risiede in case alloggi popolari, per lavoratori in trasferta e per studenti universitari fuori sede.

Detrazioni Affitto per Studenti Universitari Fuori Sede: Istruzioni Modello 730 e Redditi

Chi frequenta l'università come studente fuori sede (ovvero a più di 100 km dal Comune di residenza) oppure all'estero, se risiede in affitto può usufruire della detrazione fiscale sul canone di locazione: inserendo la spesa nella dichiarazione dei redditi si recupera il 19% di quanto versato. La detrazione spetta a chi sostiene la spesa, quindi sia se a pagare è lo studente sia che paghino genitori o tutori dello studente, ovviamente nel secondo caso è necessario che lo studente rientri nei carichi di famiglia (parenti a carico): in questo caso per usufruire della detrazione, il codice fiscale dello studente deve comparire nel frontespizio del Modello 730 o Redditi (ex Modello Unico), sezione Familiari a Carico.