29 novembre 2021

Il nuovo bonus idrico 2021 ha lo scopo di incentivare il risparmio di acqua, agevolando con 1000 euro i lavori per sostituire rubinetti, soffioni, sanitari, docce ecc... con modelli più efficienti che garantiscano consumi e sprechi inferiori. Per ora questo bonus rubinetti, bonus doccia o bonus bagno, come è stato subito rinominato, risulta disponibile fino al 31 dicembre 2021, ma potrebbe esserci una proroga nella Legge di Bilancio 2022.
1 ottobre 2021

Il principale tra gli incentivi per fotovoltaico è sicuramente la detrazione fiscale del 50%, che rientra tra le detrazioni per ristrutturazione edilizia e non in quelle, più convenienti perché al 65%, per risparmio energetico. A certe condizioni, è possibile accedere al superbonus 110% per l'installazione di impianti fotovoltaici. Vediamo dunque come calcolare la detrazione fotovoltaico e come inserirla nella dichiarazione dei redditi.

Il superbonus 110 è stato introdotto col Decreto Rilancio (Decreto Legge n. 34/2020) e successivamente modificato, in maniera definitiva con il Decreto Semplificazioni-bis (Decreto Legge n. 77/2021).

Il superbonus 110 è un incentivo fiscale per riqualificazione energetica e realizzazione di misure antisismiche effettuati tra il 1 luglio 2020 e il 31 dicembre 2022 31 dicembre 2023 (proroga nella nota di aggiornamento del Def, da confermare con la Legge di Stabilità 2022) e dà diritto a una detrazione del 110% della spesa sostenuta, con massimali tra 20mila e 50mila euro a seconda dei casi, rimborsata in 5 rate annuali nelle dichiarazioni dei redditi oppure subito come sconto effettuato dalla ditta che esegue i lavori in quanto per il superbonus vale il credito d'imposta totale.

La detrazione per sostituzione caldaia fa parte dell'ecobonus, ovvero le detrazioni per risparmio energetico che consentono di recuperare il 50% o il 65% delle spese per i lavori di efficientamento energetico. In particolare, la detrazione sostituzione caldaia è del 50% se si installa una caldaia a biomassa o una caldaia a condensazione classe A, del 65% se in più c'è anche un sistema di termoregolazione evoluto; per caldaie sotto la classe A l'ecobonus non è disponibile. A certe condizioni è accessibile il superbonus 110%.
30 settembre 2021

Le detrazioni per risparmio energetico, o ecobonus, sono stata confermate anche per i lavori di riqualificazione energetica della casa: le spese per i lavori svolti nel 2020 andranno segnate nella dichiarazione dei redditi da presentare nel 2021, in quella del 2022 si indicheranno le spese sostenute nel 2021. Le regole rimangono le stesse. In più c'è da considerare anche il superbonus 110%, una detrazione fiscale per le spese relative ad alcuni lavori di risparmio energetico e ristrutturazione edilizia sostenute tra il 1 luglio 2020 e il 31 dicembre 2022 31 dicembre 2023 (proroga inserita il 29 settembre 2021 nella nota di aggiornamento del Def), accessibile a certe condizioni e prorogato di un anno rispetto alla originaria scadenza.
14 settembre 2021

Il bonus idrico, detto anche bonus acqua, è un sostegno per le famiglie in disagio economico che permette di avere 50 litri di acqua al giorno gratuitamente per ogni componente del nucleo familiare. Con la delibera 897/2017/R/idr dell'Autorità dell'Energia il bonus idrico è diventato uguale a livello nazionale, con la possibilità per le amministrazioni locali di introdurre un altro bonus o allargare i requisiti richiesti.