Rent to buy: chi paga le tasse ipotecarie, catastali, Imu, Iva e imposta di registro in presenza di contratto di affitto con riscatto?

Affitto con Riscatto: Chi Paga le Tasse sulla Casa?

chi paga le tasse sulla casa nell'affitto con riscatto
L'Agenzia delle Entrate ha chiarito, tramite la circolare 4/E del 19 febbraio 2015, quale regime fiscale si applica all'affitto con riscatto, una formula prevista dal decreto Sblocca Italia e che risulta sempre più utilizzata dalle famiglie italiane per comprare casa. Il rent to buy permette di acquistare un'immobile tramite la stipula di un contratto in cui venditore e acquirente, ovvero il proprietario e il conduttore, si accordano in modo che l'inquilino possa occupare immediatamente la casa, rinviando il trasferimento della proprietà della stessa al futuro, pagando nel frattempo un canone mensile che vale come affitto e come rata di acquisto. In questa guida chiariremo chi è tenuto al versamento delle tasse sulla casa e a chi devono essere imputati tutti gli altri costi relativi all'immobile.

L'Agenzia delle Entrate è intervenuta con una circolare per chiarire chi è tenuto a pagare le tasse sulla casa in presenza di un contratto di affitto con riscatto, entrando nel dettaglio di ogni imposta, distinguendo i periodi che intercorrono tra l'acquisto della casa, l'esercizio del diritto di acquisto da parte dell'inquilino e il successivo trasferimento di proprietà dell'immobile.

È necessario distinguere chi concede in locazione l'immobile, la cui proprietà verrà poi trasferita al conduttore, ovvero se si tratta di un privato o di un'impresa, e identificare le imposte indirette le quali sono a carico dell'acquirente e le imposte dirette che devono essere versate dal venditore.

Chi paga l'Imu con contratto di affitto con riscatto? Il pagamento dell'Imu sulla casa in affitto spetta al proprietario in quanto è un'imposta legata alla proprietà dell'immobile; dunque anche in caso di affitto con riscatto l'Imu è a carico del proprietario (o il titolare del diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie). Il conduttore al termine del rent to buy può diventare il nuovo proprietario dell'immobile e dunque dovrà pagare l'Imu solo da tale momento, cioè se e quando eserciterà l’opzione di acquisto. I due soggetti possono anche accordarsi in modo che una quota dell'Imu, o anche tutta, sia a carico del conduttore/affittuario, ma il soggetto tenuto al pagamento verso il Comune è sempre il proprietario, che se sussiste tale accordo potrà poi rivalersi.

Diversamente le imposte di registro sono a carico del conduttore, al quale spetta anche il versamento delle imposte e delle spese dovute per l'atto di compravendita.

Se il proprietario dell'immobile concesso in locazione con la formula dell'affitto con riscatto è un'impresa, la somma versata a titolo di affitto per il godimento dell'immobile è spesso esente da Iva, mentre sulla quota pagata come acconto sul prezzo, qualora sia soggetta ad Iva, viene applicata l'aliquota al 4% sulle abitazioni non di lusso, al 10% per le seconde case non di lusso e al 22% sugli immobili classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

Se chi vende con contratto di rent to buy è un privato, questi può optare per il regime fiscale agevolato della cedolare secca oppure stipulare un contratto di affitto standard sul quale viene applicata l'Irpef ordinaria e l'imposta di registro al 2%, la quale deve essere divisa tra proprietario e inquilino.
Affitto con Riscatto: Chi Paga le Tasse sulla Casa? Affitto con Riscatto: Chi Paga le Tasse sulla Casa? Reviewed by Christian Citton on 9.6.20 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.