26 aprile 2017

Bonus Sociale Elettricità: Chi Ne Ha Diritto, Moduli per la Domanda, Importo 2017 ed Erogazione

Importo bonus sociale elettricità 2017, requisiti e come fare domanda, moduli ufficiali.
Il bonus sociale elettrico è un sostegno statale per famiglie in difficoltà economica, famiglie numerose, famiglie con uno o più componenti che necessitano di apparecchiature elettromedicali a causa di invalidità o malattie: si tratta di uno sconto sulla bolletta della luce, erogato secondo diverse modalità e importi, gestito dall'AEEG e dai Comuni. Vediamo in questa guida come fare domanda per il bonus sociale elettricità, i requisiti necessari, i moduli per la richiesta e altre informazioni, dandovi subito una buona notizia: con il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico emanato il 29 dicembre 2016 viene innalzato il limite di reddito ISEE per domandare il bonus elettrico, e aumenta anche lo sconto in bolletta. Questo aiuto alle famiglie è cumulabile col bonus sociale gas e il bonus acqua.

Chi ha diritto al bonus sociale elettricità - Possono domandare il bonus sociale elettrico le famiglie in disagio economico e le famiglie con disagio fisico, ovvero:
  • le famiglie in difficoltà economica, ovvero con reddito ISEE non oltre i 8107.50 euro annui (aumentato dal decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, fino al 2016 erano 7500 euro annui - qui il testo del decreto)
  • le famiglie numerose, cioè con più di tre figli a carico, e reddito ISEE non oltre i 20.000 euro annui
  • le famiglie con uno o più componenti affetti da grave malattia che necessitano di apparecchiature sanitarie funzionanti con energia elettrica per vivere
Specifichiamo inoltre che:
  1. il bonus elettricità è solo per le forniture private ad uso domestico, sia con fornitore sul Mercato Libero dell'Energia sia con Servizio di Maggior Tutela
  2. il bonus elettricità per disagio economico e disagio fisico sono cumulabili se sussistono le condizioni per entrambi
  3. il bonus per disagio fisico non è assolutamente legato al reddito ISEE e non è ovviamente necessario che il titolare del contratto di fornitura elettrica (il soggetto che deve fare la domanda) sia anche il malato, basta che siano nella stessa famiglia
Altri sostegni, bonus ed esenzioni per le famiglie con disabili:
Detrazioni fiscali per non vedenti e altre agevolazioniDisabili: Agevolazioni Acquisto Auto dalla Legge 104
Pensione di invalidità civile: requisiti, come fare domandaTariffe telefono e internet agevolate per disabili (sordomuti)
Moduli per la domanda di bonus sociale elettricità - Il bonus energia elettrica va richiesto presso il Comune di residenza, oppure tramite un CAF.

Per fare domanda è sempre necessario il Modulo A, che si usa anche in caso di rinnovo se sono cambiati dati e condizioni, mentre se non è cambiato nulla si può usare il Modulo RS.
NB: il bonus elettricità in caso di disagio fisico non necessita di rinnovo, viene erogato a tempo indeterminato fino a che si ha bisogno delle apparecchiature elettromedicali; invece il bonus elettricità in caso di disagio economico viene erogato per 12 mesi, poi occorre domandare il rinnovo.
Poi è necessario l'allegato CF componenti nucleo ISEE ed eventualmente l'allegato FN famiglie numerose per il bonus sociale elettricità per famiglie in difficoltà economica; invece per il bonus sociale elettricità per disagio fisico servono un certificato ASL che attesti il tipo di malattia, la necessità di apparecchiature ed il loro tipo, l'indirizzo dove sono installate, poi il Modulo B (come detto sopra, non essendo un aiuto legato al reddito non serve nessuna documentazione ISEE).

In entrambi i casi si deve compilare l'Allegato D se chi fa la domanda è un delegato del titolare del contratto di fornitura di energia elettrica.

Dal 2017 è possibile anche farne richiesta telematica con le modalità che verranno stabilite
dallAutorità per l'Energia Elettrica, Gas e Sistema Idrico in accordo con l'Associazione
Nazionale Comuni Italiani (ANCI).
Importi bonus sociale elettricità 2017 - I valori del bonus elettrico sono decisi dall'Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas entro il 31 dicembre dell'anno precedente e sono differenti se domandato per disagio economico o per disagio fisico. Fino al 2016 il bonus elettrico garantiva uno sconto in bolletta di importo fisso per una riduzione di spesa dell'utente medio, al lordo delle imposte, dell'ordine del 20%, ma il decreto del Ministero dello Sviluppo lo ha alzato al 30%: tale aumento vale solo nel caso di bonus elettricità per disagio economico.
requisiti per il bonus elettricità ed importi
Come viene erogato il bonus sociale elettricità e variazioni - In tutti i casi il bonus elettrico non viene dato direttamente all'intestastario in una unica soluzione ma comporta uno sconto sulla bolletta: una apposita voce precisa l'ammontare, che ovviamente è una parte proporzionale del totale.

In caso di cambio di residenza occorre compilare e inviare il Modulo VR – Se si cambia fornitore di energia elettrica non occorre dare comunicazione – Se cambiano le condizioni economiche, allora al momento del rinnovo del bonus per disagio economico occorre indicarle nel Modulo A – Se si devono installare nuove apparecchiature elettromedicali si può domandare l'adeguamento dell'importo – Se non sono più necessarie occorre informare il fornitore di energia.