La detrazione schermature solari fa parte dell'ecobonus per risparmio energetico ed è stata confermata per tutto il 2020, il superbonus del 110% vale a certe condizioni fino al 2021.

Detrazione Tende da Sole, Tapparelle, Zanzariere (Schermature Solari)

detrazione fiscale tende da sole
L'installazione di schermature solari quali veneziane, tende da sole, tende a rullo, tapparelle, zanzariere (se di particolari modelli), dà diritto all'ecobonus, ovvero la detrazione 50% per risparmio energetico da inserire nella dichiarazione dei redditi modello 730 o Redditi Persone Fisiche con le quali recuperare la metà dell'importo speso per acquisto e montaggio. Quanto riportato in questa guida vale per le spese sostenute nel 2019 da inserire nella dichiarazione dei redditi da presentare nel 2020; il superbonus 110%, istituito col decreto legge n° 34 del 19 maggio 2020 (Decreto Rilancio), vale a certe condizioni anche per le installazioni di schermature solari le cui spese risultano fatturate tra il 1 luglio 2020 e il 31 dicembre 2021, dunque da inserire nelle prossime dichiarazioni dei redditi.

Detrazione fiscale tende da sole e schermature solari: quali impianti per l'ecobonus - Le schermature che rientrano nell'ecobonus sono: zanzariere, tende a veranda e a rullo, skylight esterni, tende da sole a cassonetto, capottine mobili, pergole con schermo in tessuto. Si ha diritto a questa detrazione per risparmio energetico anche installando chiusure esterne, ovvero veneziane, tapparelle, persiane e frangisole: da quest'ultima categoria vanno escluse le tende decorative.

Esiste un certo margine, ovvero è possibile integrarle con i vetri delle finestre o delle porte-finestre, devono essere mobili (le schermature solari fisse sono escluse dalla detrazione fiscale) ed infine non si possono montare tende decorative: sono ammesse in dichiarazione dei redditi solo le schermature tecniche.

Se la schermatura solare esterna è orientata verso nord e non è abbinata a una vetrata non si può inserire la spesa in dichiarazione dei redditi. Discorso diverso per le chiusure esterne, le quali si possono orientare verso qualsiasi punto cardinale e che danno diritto all'ecobonus.

Detrazione schermature solari: requisiti tecnici - Per garantirsi la detrazione 50% per risparmio energetico è necessario che le schermature solari rispettino alcuni requisiti. I sistemi di protezione dal sole devono essere installati all'interno di una superficie vetrata trasparente, permettere di regolare e controllare i parametri ottico-luminosi e energetici allo scopo di intervenire sulle sollecitazioni solari ovvero sulla luce che entra nella stanza. Le schermature solari devono essere montate all'interno dell'involucro edilizio e non devono essere smontate e montate dalle persone che vivono nell'immobile, e devono essere poste a protezione di una superficie vetrata trasparente.

Per avere diritto alle detrazioni fiscali dell'ecobonus occorre che il tipo di schermatura solare che si installa (tende da sole, tende a rullo, tende a pergola, cappottine mobili, persiane e veneziane, frangisole) non sia con orientamento a nord e che sia "applicato in modo solidale con l'involucro edilizio", cioè che non sia liberamente smontabile ma che sia in combinazione con la vetrata su cui deve fare da schermatura solare. Inoltre la schermatura in questione deve essere modulabile e mobile, cioè deve potersi aprire e chiudere, ed essere all'interno dell'edificio. Indispensabile il marchio CE.

Come sempre e per tutti i lavori di ristrutturazione e riqualificazione energetica occorre che siano rispettati precisi standard e requisiti tecnici, dunque rivolgetevi sempre a rivenditori e installatori qualificati.

Detrazione fiscale tende da sole: classificazione energetica della schermatura solare - Tapparelle, zanzariere e le altre installazioni sono classificabili tramite il fattore Gtot, o meglio: il risparmio energetico che si ottiene con le schermature solari si esprime tecnicamente con la classe del fattore solare Gtot, una misurazione fisica della capacità del sistema "serramento - intercapedine - schermo" di permettere un guadagno termico all'irraggiamento diretto dell'edificio, con il quale si determina la percentuale di energia solare che riesce ad entrare nella stanza dopo avere attraversato vetrata e schermatura: il valore deve essere compreso in una classe energetica compresa tra lo 0 (effetto minimo) e e il 4 (effetto ottimo).

Il contribuente deve indicare il fattore Gtot nella scheda informativa da inviare o compilare sul sito web dell'Enea: tale adempimento è necessario per poter usufruire delle detrazioni fiscali al 50%.
Ricordiamo che si possono detrarre al massimo 60.000 euro in sede di dichiarazione dei redditi.

Superbonus 110% con detrazione tende da sole e schermature solari - Il governo, tra le misure economiche e fiscali per l'emergenza Covid, ha istituito una detrazione 110% per lavori di risparmio energetico: si recupera tutta la spesa e c'è un rimborso da parte del fisco per i lavori eseguiti tra il 1 luglio e il 31 dicembre 2021.

L'installazione di una o più schermature deve avvenire contestualmente a uno o più di questi lavori di efficientamento energetico:
  • isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali relative l'involucro dell’edificio per almeno un quarto della stessa superficie (noto come cappotto termico) con un limite di 60mila euro moltiplicato per le unità abitative presenti
  • sostituzione della caldaia con impianti centralizzati a condensazione per un massimo di 30mila euro moltiplicato per ogni singola unità abitativa
  • per le unità unifamiliari, in seguito a sostituzione della caldaia con impianti centralizzati, con un ammontare delle spese non superiore a 30mila euro comprese le spese per lo smaltimento e la bonifica dell’impianto sostituito
I lavori eseguiti devono portare a un miglioramento di almeno due classi energetiche o il raggiungimento della classe energetica più alta.

Immobili e contribuenti ammessi alla detrazione schermature solari - Si può chiedere l'incentivo fiscale se l'installazione avviene su edifici residenziali (o parti di essi) di qualsivoglia categoria catastale purché riscaldati, su edifici (o parti di essi) destinati all'attività di impresa o all'attività professionale (quindi anche ristoranti, alberghi o altre attività commerciali). Occorre che alla data della richiesta di detrazione l'edificio sia esistente, cioè accatastato o con richiesta di accatastamento in corso e in regola con il pagamento di eventuali tributi, in quanto sono esclusi gli immobili in costruzione o interventi assimilabili come gli ampliamenti.

Possono richiedere l'ecobonus i contribuenti, residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono a qualsiasi titolo l'edificio, ovvero:
  • persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni
  • i titolari di diritto reale sull’immobile
  • i condomini, per gli interventi sulle parti comuni condominiali
  • gli inquilini
  • coloro che hanno l’immobile in comodato
  • i contribuenti che conseguono reddito d’impresa
  • le associazioni tra professionisti
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale
Documenti necessari per detrazione tende da sole - Chi acquista e richiede il montaggio delle schermature solari deve assicurarsi di entrare in possesso di un prodotto marcato CE, in seguito si deve verificare che sulla fattura o ricevuta fiscale sia indicata la denominazione del prodotto, l'importo pagato per l'acquisto e per il montaggio, e il riferimento alla legge, di seguito trascritto per intero: Schermatura solare dinamica ai sensi del D.L- 311/2006 allegato M (EN 13561, EN 13659, EN 13120). Inoltre il contribuente deve essere in possesso dei documenti relativi all'unità di misura del prodotto ed ai metri quadri della schermatura solare e al fattore solare.

Come ottenere la detrazione schermature solari - Oltre ai sopra descritti documenti e alla fattura, bisogna rispettare alcuni adempimenti. L'acquisto e il montaggio delle schermature solari devono essere pagati tramite bonifico parlante, bancario o postale, nel quale il contribuente deve indicare la normativa di riferimento (Legge 296 del 2006 e seguenti), il proprio Codice Fiscale e la Partita Iva o il C.F. del venditore.

Entro 90 giorni dalla fine del montaggio bisogna inviare domandare la certificazione Enea, compilando ed inviando la dichiarazione di detrazione sul sito internet dell'Enea o con l'assistenza di un professionista abilitato, diversamente non si potrà usufruire dell'ecobonus. Si devono indicare:
  • i dati relativi alla tipologia di schermatura solare installata (esterna, interna, integrata)
  • la superficie occupata dalla schermatura e quella della finestra protetta, espressa in metri quadrati
  • il materiale impiegato (legno, metallo, pvc, tessuto)
  • il valore Gtot
I documenti devono essere conservati in caso di controlli da parte dell'Agenzie delle Entrate oppure presentati al professionista abilitato o al CAF per la compilazione della dichiarazione dei redditi assistita. Le spese si inseriscono sempre nella dichiarazione relativa all'anno precedente, ad esempio se avete acquistato delle tapparelle nel corso dell'anno 2019 potete inserire l'importo nel Modello 730 o Redditi Persone Fisiche 2020.

L'ecobonus viene restituito in 10 rate annuali come detrazione nella dichiarazione dei redditi, mentre il superbonus viene restituito in 5 rate annuali. In entrambi i casi vale la cessione del credito d'imposta, ovvero il contribuente cede la detrazione all'impresa che esegue i lavori in cambio di uno sconto equivalente all'ammontare della detrazione. Con la cessione del credito d'imposta possono accedere all'ecobonus e al superbonus anche i contribuenti nella no tax area o che hanno un regime fiscale agevolato che normalmente non dà diritto alle detrazioni fiscali.
Detrazione Tende da Sole, Tapparelle, Zanzariere (Schermature Solari) Detrazione Tende da Sole, Tapparelle, Zanzariere (Schermature Solari) Reviewed by Christian Citton on 17.6.20 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.